Rina ‘vara’ ispezioni da remoto per la certificazione delle navi

Per la prima volta nella storia, le ispezioni per poter convalidare la certificazione statutaria e quella di classe di una nave, obbligatorie per poter navigare, sono state compiute in remoto.

Grazie alla tecnologia in live streaming, Rina, ente certificatore, ha portato a termine le verifiche sulla porta rinfuse Cielo di Gaspesie di proprietà del Gruppo d’Amico e, con il benestare dell’Autorità di bandiera della Liberia, ha convalidato i certificati alla nave. Scafo, motori, stive e casse di zavorra sono state certificate anche con l’utilizzo di droni.

Al completamento della visita, la Cielo di Gaspesie ha ricevuto da Rina anche la nuova notazione addizionale di classe “Remote” che identifica le navi dotate degli strumenti adeguati e del personale formato per essere ispezionate in remoto.

Il settore dello shipping sta attraversando un cambiamento permanente. L’emergenza Covid-19 ha accelerato la già crescente domanda di servizi in remoto. Dall’inizio della pandemia, la richiesta di questo servizio è triplicata rispetto al periodo precedente. Grazie alla nostra app e alla tecnologia in live streaming, non solo si garantisce la sicurezza, ma si ottimizza il tempo impiegato per le ispezioni.

Le tecnologie utilizzate in remoto raggiungono un livello di dettaglio superiore a quello dell’occhio umano”, dice Paolo Moretti, Ceo di Rina Services. Salvatore d’Amico, Fleet Director per d’Amico, dice con orgoglio: “Siamo onorati che le prime remote inspection al mondo per poter convalidare la certificazione statutaria e quella di classe siano state eseguite su una delle nostre navi”.

2020-06-13T06:59:47+01:00Giugno 13th, 2020|Certificazioni|
Torna in cima