Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Sei progetti entrano in inchiesta pubblica preliminare

Sono 6 i progetti di norma sottoposti a inchiesta pubblica preliminare per due settimane, dal 27 febbraio al 12 marzo. Gli argomenti trattati riguardano: Tecnologie IoT, segnaletica per le planimetrie di esodo ed evacuazione, radioprotezione, comunicazione tecnica, markup lessicale e codifica linguistica.

UNI Inchiesta pubblica su Magazine Qualità

Questi i temi al centro dei lavori delle commissioni tecniche.

Iniziamo con la commissione UNI/CT 042 – Sicurezza che pone in inchiesta due progetti.

Vediamoli qui di seguito.

Il primo, UNI1613677, si occupa di Tecnologie IoT in ambito lavorativo. Il progresso tecnologico e digitale offre sempre più sistemi e prodotti destinati alla gestione della salute e sicurezza in ambito lavorativo basati su nuove innovazioni, anche con impiego di Intelligenza Artificiale (IA) che, nel permettere di prevenire accadimenti, vanno a produrre flussi di dati su parametri ambientali e personali sia relativi al contesto che all’utilizzatore, che vengono poi elaborati, anche in modo autogenerativo dagli stessi sistemi intelligenti, in tempo reale o remoto. Queste tecnologie sono basate sull’applicazione e integrazione di sensori o etichette su DPI e abbigliamento con quelli su macchinari e attrezzature e ambienti di lavoro in generale. Il documento tratta della necessità che l’uso di questi sistemi e prodotti da parte dei datori di lavoro siano gestiti in modo adeguato al fine di governare il processo di cambiamento organizzativo, sia sul fronte tecnologico, sia sul fronte dell’idoneità alla mansione, delle tutele della privacy, della salute e delle responsabilità in capo ai diversi attori.

Il secondo, UNI1613683, tratta la segnaletica per le planimetrie di esodo ed evacuazione. Questo documento stabilisce i principi di progettazione delle planimetrie dell’emergenza da esporre, che contengono informazioni rilevanti per la sicurezza antincendio, l’esodo, l’evacuazione e il salvataggio degli occupanti della struttura. Questi piani possono essere utilizzati anche dalle forze di intervento in caso di emergenza. Inoltre, sono destinati ad essere esposti come segnaletica nelle aree pubbliche e nei luoghi di lavoro.

Sostituisce la UNI ISO 23601:2014.

Passiamo alla commissione UNI/CT 045 – Tecnologie nucleari e radioprotezione e al progetto UNI1613685.

Questo documento presenta i principi generali per la preparazione alla risposta per condurre uno screening di monitoraggio individuale, triage, monitoraggio e determinazione della dose ricevuta dagli individui esposti durante e/o nel tempo successivo ad un incidente nucleare o radiologico di rilievo. È prevalentemente focalizzato sulla risposta nella fase iniziale che richiede azioni rapide da effettuarsi allo scopo di fornire supporto, ed in accordo, delle linee guide nazionali ed internazionali per le emergenze radiologiche.

Adotta la ISO 24434:2024.

Concludiamo con la commissione UNI/CT 014 – Documentazione e informazione che volge la sua attenzione a tre progetti. Eccoli in dettaglio.

Il primo, UNI1613689, definisce i termini relativi alla teoria e alla pratica della comunicazione tecnica. Prepara una base terminologica per tutte le altre norme del settore della comunicazione tecnica fornendo definizioni precise e termini uniformi per i concetti fondamentali di questo ambito. Si rivolge a chiunque crei informazioni di prodotto nel settore della comunicazione tecnica o che utilizzi tali informazioni di prodotto a livello professionale.

Adotta la ISO 24183:2024.

Il secondo, UNI1613687, stabilisce il modello di base del framework di markup lessicale LMF, un metamodello per rappresentare i dati in risorse lessicali monolingue e multilingue utilizzate con le applicazioni informatiche.

Adotta la ISO 24613-1:2024.

Il terzo, UNI1613688, specifica il codice linguistico ISO 639 e stabilisce la terminologia armonizzata e i principi generali della codifica linguistica. Fornisce regole per la selezione, la formazione, la presentazione e l’uso degli identificatori linguistici nonché dei nomi di riferimento linguistici.

Sostituisce la UNI ISO 639-2:2007.

Data di scadenza dell’inchiesta pubblica preliminare: 12 marzo 2024

L’inchiesta pubblica preliminare è un passaggio fondamentale del processo normativo perché aiuta a capire se:

  • il mercato ha bisogno di queste norme
  • ci sono altri bisogni da soddisfare
  • ti interessa partecipare

Lo sviluppo di uno standard deve avere luogo solo di fronte a un reale beneficio

Per questo il tuo parere è importante: aspettiamo i tuoi commenti

(>> vai alla banca dati)

Scopri come partecipare alle attività di normazione

(>> vai alla sezione Associazione)

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

logo uni 2022 su magazine qualità
2024-02-27T10:29:31+01:00Febbraio 27th, 2024|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima