Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Rendiconto di Sostenibilità 2023: un viaggio verso il futuro

In occasione dell’Assemblea dei Soci del 18 aprile 2024, è stato approvato il Rendiconto di Sostenibilità UNI

UNI Rendiconto di Sostenibilità 2023 su Magazine Qualità

Come è stato il 2023 per UNI? Il Rendiconto di Sostenibilità, approvato dall’Assemblea dei Soci 2024, è il documento che fotografa lo stato di salute dell’ente, delineandone le novità, la strategia e le linee di sviluppo. La sua struttura lo vede composto da quattro capitoli: Governance, Produzione normativa, Persone e Comunità e Ambiente. Dopo gli anni della pandemia, anche il 2023 è stato caratterizzato da molti eventi di portata globale che hanno condizionato le nostre vite e, ovviamente e in certa misura, anche il mondo della normazione. Tuttavia, abbiamo saputo cogliere le opportunità che queste sfide presentavano, con uno sguardo sempre orientato al futuro: intelligenza artificiale, economia circolare, ma anche parità di genere e green economy sono dunque alcuni dei grandi temi che hanno trovato posto ai tavoli di lavoro della normazione.

Un anno importante per la comunicazione

Uno degli elementi di maggiore novità del 2023 è stato sicuramente la rinnovata strategia di comunicazione: con il lancio del nostro nuovo sito web nell’aprile del 2023 ci siamo infatti dati una nuova immagine digitale: non solo un restyling grafico ma una riorganizzazione dei contenuti, con l’obiettivo di rendere più accessibili e fruibili informazioni, servizi e prodotti che fanno capo alle molteplici attività dell’Ente. Uno sforzo divulgativo reso ancor più tangibile da un video con un testimonial d’eccezione – Giovanni Storti – scelto per sensibilizzare, in maniera simpatica ma rigorosa, sul tema della normazione come elemento della nostra quotidianità. Lo spot “Una giornata NORMAle”, pubblicato e promosso a giugno 2023, è stato accolto con favore da tutti i nostri stakeholder e non solo.

La scelta di voler investire sulla comunicazione risponde pienamente a una logica di diffusione della cultura normativa: scelta che ci ha portato a puntare molto anche sulle piattaforme social – per promuovere le nostre attività e permettere al maggior numero di persone di conoscere le nostre iniziative – e sulla rivista Standard: un magazine rinnovato nella grafica e nella linea editoriale per essere più vicino ai temi della “vita quotidiana”.

Le persone al centro

Da anni continua il nostro impegno per l’applicazione delle politiche di integrità all’interno delle aziende, dando l’esempio in primis costruendo strategie per la parità di genere, inclusione, accessibilità, ponendo al centro il benessere delle persone. Nel corso del 2023 abbiamo infatti integrato alcuni KPI della UNI/PdR 125, il nostro modello per la parità di genere, mentre il documento di valutazione dei rischi (DVR) si è arricchito con specifiche attenzioni riservate alle lavoratrici.

Inoltre, UNI, in partnership con Fondazione Libellula, continua a promuovere attivamente iniziative per contrastare la violenza di genere: nel 2023 abbiamo sostenuto l’apertura dello Spazio Libellula, un ufficio a Milano che funge da sostegno concreto sul territorio contro la violenza sulle donne.

Un cuore sostenibile

Da sempre UNI e il mondo della normazione in genere pongono una particolare attenzione ai temi della protezione dell’ambiente e del contrasto ai cambiamenti climatici: lo dimostra la ricca produzione di norme e prassi di riferimento dedicate alla sostenibilità e alla circolarità, ma anche l’impegno assunto al nostro interno a rendere le nostre attività il più possibile meno impattanti sull’ambiente. Dal 2023 abbiamo iniziato a monitorare le emissioni di gas effetto serra, anche grazie al supporto della piattaforma utilizzata per la rendicontazione (ESGEO). Nei nostri uffici di Roma e Milano provvediamo a sensibilizzare il personale invitando ad un minore spreco di risorse, come il consumo della carta, l’uso moderato dell’energia elettrica, e soprattutto il corretto smaltimento dei rifiuti. Dal 2023 UNI è diventato sostenitore di Forestami, un progetto che contribuisce all’accrescimento del capitale naturale di Milano, favorendo la rigenerazione urbana attraverso il verde nelle aree metropolitane. L’attenzione alla sostenibilità si rivolge anche alla mobilità: UNI provvede alla promozione degli spostamenti casa-lavoro più sostenibili, favorendo iniziative come il carpooling, l’uso dei mezzi di trasporto pubblici e l’utilizzo delle e-bike, messe a disposizione nell’ufficio di Milano dal 2023.

Uni in pillole

Infine… i numeri! Eccone alcuni tra i più significativi: sono 1423 le norme pubblicate nel 2023 e ben il 16% riguardano il “cuore sostenibile” di cui abbiamo parlato; 12.936 sono gli abbonati attivi; 1300 sono stati i momenti d’incontro nelle riunioni tecniche, nei gruppi di lavoro, ecc. tra UNI e i suoi stakeholder, per sviluppare norme, prassi di riferimento e progetti di standard nazionali e internazionali…. e ancora 168 sono i corsi di formazione erogati di cui il 37% legati alla sostenibilità. Un importante ruolo nell’anno 2023 lo ha giocato il Marchio UNI che rappresenta un’ulteriore garanzia a tutela della qualità di prodotti, servizi, persone, organizzazioni e asserzioni certificati a fronte di norme UNI.

La sola certificazione a Marchio UNI per i Sistemi di gestione parità di genere ha superato le 2100 unità. In costante ascesa anche le Prassi di Riferimento (167 quelle attualmente in vigore) che hanno registrato nel corso dell’anno un gradimento sempre più diffuso tra gli stakeholders. Inoltre, in occasione del decennale dalla pubblicazione della Legge 4/2013 UNI, in collaborazione con ACCREDIA, ASSOTIC e CONFORMA e con il Patrocinio del MIMIT, ha organizzato un evento presso il Senato dal titolo Professioni non regolamentate. Il punto a dieci anni dalla Legge 4/2013. Questo momento d’incontro ha rappresentato un’occasione di confronto e di riflessione sul tema, quello delle qualificazioni professionali, che UNI aiuta a definire attraverso le oltre 100 norme e 20 prassi di riferimento dedicate in conformità allo European Qualification Framework (EQF).

Molti altri sono i riferimenti citati nel documento: il 2023 è stato un anno ricco di attività. E il 2024 lo è altrettanto. Un percorso che vogliamo fare insieme.  Buona lettura!  Clicca qui

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

logo uni 2022 su magazine qualità

2024-04-25T10:05:43+01:00Aprile 25th, 2024|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima