Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Prassi di riferimento: assetto organizzativo, amministrativo e contabile delle PMI

PMI uni su magazine qualitàIl progetto di prassi di riferimento in consultazione pubblica fino al 28 aprile.

Il progetto di prassi di riferimento “Definizione di criteri relativi ad un adeguato assetto organizzativo, amministrativo e contabile delle PMI“, dopo un anno di inteso lavoro, entra ora nella fase di consultazione pubblica ed è dunque disponibile per tutti i soggetti interessati che vogliano esprimere la propria opinione.

Il documento, elaborato con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano, affronta un tema molto rilevante per le imprese del nostro Paese: esso infatti definisce criteri utili a conseguire e mantenere un assetto organizzativo, amministrativo e contabile delle PMI, identificando un percorso che possa condurre ad una valutazione di adeguatezza. La prassi di riferimento, in particolare, prevede l’individuazione di procedure, strumenti, risorse e precauzioni, utili a gestire, sorvegliare e monitorare la vita delle organizzazioni.

Considerando il tessuto imprenditoriale del nostro Paese – composto in gran parte da micro, piccole e medie imprese – è evidente quanto questo tema sia rilevante per le sue ricadute socio-economiche, tanto più che l’art.2086 del Codice Civile impone l’obbligo di dotarsi di un assetto amministrativo, organizzativo e contabile adeguato alla natura ed alle dimensioni dell’impresa stessa, con finalità sia di governo dell’attività e di prevenzione e gestione dei relativi rischi, sia di tempestiva rilevazione e reazione ad eventuali situazioni di crisi di natura economica e finanziaria.

Il progetto di prassi di riferimento ora in consultazione vuole quindi essere una guida pratica – rivolta in particolare alle realtà economiche di dimensioni contenute – a cui attenersi seguendo un approccio che possa consentire anche una agile rilevazione esterna che fornisca dei criteri di analisi dell’assetto di impresa ed evidenzi le motivazioni per cui esso possa essere considerato adeguato.

Il documento dunque può essere uno strumento utile anche da un punto di vista di strategia di impresa in quanto, al di là degli obblighi normativi, è indice della presenza di una cultura aziendale che accresce la sua credibilità sul mercato e presso i differenti interlocutori.

Il progetto di prassi di riferimento rimarrà in consultazione pubblica fino al 28 aprile 2024.

Attendiamo i vostri commenti.

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

logo uni 2022 su magazine qualità

2024-03-27T21:19:35+01:00Marzo 27th, 2024|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima