Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Pesce e prodotti della pesca: due norme in arrivo!

pesce uni su magazine qualitàParliamo di pesce e di metodi che possano mantenerne sano il suo consumo. È ormai entrata nell’uso comune un’alimentazione a base di pesce crudo o poco cotto, magari in agrodolce o marinato, che per sua natura necessita un controllo igienico/sanitario rigoroso prima del suo utilizzo.

La normazione anche in questo settore può fornire un valido supporto. Infatti, con la commissione Agroalimentare ha di recente recepito due norme a tema: la EN ISO 23036 parti 1 e 2.

Vediamole nel dettaglio.

La parte 1 specifica un metodo applicabile per la rilevazione delle larve di Anisakidae L3 – responsabili di gravi disturbi gastrointestinali e/o reazioni allergiche nell’uomo – che si trovano comunemente nei pesci marini e anadromi. Il metodo può essere applicato al pesce fresco e/o pesce congelato, prodotti ittici leggermente lavorati, come marinati, salati o affumicati a freddo. Questo metodo permette di quantificare le infezioni parassitarie stimando il numero di parassiti nella muscolatura del pesce. Non consente, però, di determinare specie o genotipo dei parassiti rilevati, la cui identificazione è realizzata con metodi morfologici e/o molecolari.

Anche la parte 2 della norma specifica un metodo applicabile per il rilevamento delle larve di Anisakidae L3 ma in particolare è adatto come metodo di conferma per un’ispezione visiva degli organi interni. Il metodo della digestione artificiale consente di quantificare le infezioni parassitarie stimando il numero di parassiti presenti nella muscolatura del pesce e, se applicato a pesce fresco o a prodotti ittici poco lavorati (che non sono mai stati congelati prima della lavorazione), determinando la vitalità delle larve di Anisakidae L3, eventualmente presenti. Il metodo, però, non consente di determinare specie o genotipo dei parassiti rilevati, la cui identificazione avviene con metodi morfologici e/o molecolari.

Gli esseri umani – quindi – sono ospiti incidentali di queste larve indicate nelle norme e possono essere infettati dopo aver ingerito pesci o cefalopodi a loro volta infetti crudi o poco cotti. I nematodi – più comunemente chiamati vermi cilindrici – della famiglia Anisakidae sono gli agenti eziologici dell’anisakidosi umana, una malattia che non è soltanto un pericolo per la salute pubblica che interessa gli esseri umani, ma rappresenta anche un problema economico per la pesca e la sicurezza alimentare. In tutto il mondo, i pesci marini e anadromi selvatici sono ospiti intermedi dell’Anisakidae, mentre i mammiferi marini sono gli ospiti definitivi.

In entrambe le parti della norma è riportata la ISO 7218 Microbiology of food and animal feeding stuffs – General requirements and guidance for microbiological examinations come riferimento normativo.

Informazioni per l’acquisto

UNI EN ISO 23036-1:2021 “Microbiologia della catena alimentare – Metodi per la rilevazione delle larve di Anisakidae L3 nel pesce e nei prodotti della pesca – Parte 1: Metodo UV-press”
Euro 60,00 + iva (in lingua italiana)

UNI EN ISO 23036-2:2021 “Microbiologia della catena alimentare – Metodi per la rilevazione delle larve di Anisakidae L3 nel pesce e nei prodotti della pesca – Parte 2: Metodo di digestione artificiale”

Euro 60,00 + iva (in lingua italiana)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi.

L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Clienti e Soci

Tel. 0270024200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì) Email: vendite@uni.com

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

logo uni 2022 su magazine qualità

2022-11-17T14:17:33+01:00Novembre 17th, 2022|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima