Gestione per la qualità – Partecipazione attiva delle persone

È possibile trovare numerose definizioni del termine “qualità” nonostante la normazione abbia un riferimento ben preciso nella ISO 9000. Molte concordano sul fatto che le organizzazioni operino a favore delle proprie parti interessate. La qualità si ottiene in vari modi, da approcci informali fino ad un livello sistematico, organizzativo, che opera sotto certificazione a fronte della ISO 9001:2015 e di altre norme.

Una sfida ricorrente consiste nella difficoltà nell’incoraggiare le persone ad una partecipazione attiva in tali disposizioni, nell’ambito delle rispettive culture, valori lavorativi tradizionali, percezioni e prassi.

In termini più generali, la partecipazione attiva delle persone consiste nell’impegno emozionale che queste sentono rispetto all’organizzazione e alle sue finalità. Tale impegno fa sì che le persone partecipanti attivamente si preoccupino realmente del proprio lavoro e della propria organizzazione. Che le stesse non lavorino unicamente per la remunerazione o per la prossima promozione, bensì per le finalità dell’organizzazione. Quando si considera la partecipazione attiva congiuntamente alla qualità, ciò porta ad un’estensione di questo impegno emotivo.

Alcune criticità pratiche nel conseguire la partecipazione attiva comprendono per esempio:

  • la qualità ha una reputazione di essere correlata alla compliance piuttosto che ad una ricerca collettiva dell’eccellenza
  • la qualità è vista come una disciplina tecnica e non come “il miglior modo di fare le cose” rilevante per tutti
  • i linguaggi e gli strumenti possono essere utilizzati per far sembrare la qualità inaccessibile a coloro che non sono formalmente formati
  • i professionisti operanti nell’ambito della qualità spesso non possiedono quelle “soft skills” necessarie a cambiare il paradigma

Di recente grazie alla commissione Gestione per la qualità e metodi statistici è stata adottata anche in lingua italiana la ISO 10018.

Questo documento fornisce delle linee guida per la partecipazione attiva delle persone nell’ambito del sistema di gestione per la qualità di un’organizzazione, e per migliorare il loro coinvolgimento e la loro competenza in materia.

La norma è applicabile a tutte le organizzazioni, indipendentemente da dimensione, tipo o attività.

Inoltre, fornisce una guida su come si possono introdurre importanti cambiamenti nel livello di partecipazione attiva delle persone in riferimento alla qualità, nell’ambito di organizzazioni di ogni tipo e dimensione e a beneficio di tutte le parti interessate.

Informazioni per l’acquisto

UNI ISO 10018:2020 “Gestione per la qualità – Linee guida per la partecipazione attiva delle persone”

Euro 35,00 + iva (in lingua inglese) – Euro 46,00 + iva (in lingua italiana)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi.

L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Divisione Vendite

Tel. 0270024200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì) –Email: vendite@uni.com

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

UNI su Magazine Qualità

 

2020-11-17T09:20:24+01:00Novembre 17th, 2020|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima