Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Dieci progetti sono in inchiesta pubblica preliminare

Sono 10 i progetti di norma sottoposti in questi giorni (dal 20 febbraio al 5 marzo) all’inchiesta pubblica preliminare. Gli argomenti trattati riguardano: biotecnologia, biobanking, bioprocessi, tiourea industriale, monitoraggio delle strutture e accuratezza di metodi e risultati di misurazione.

UNI Inchiesta pubblica su Magazine Qualità

Questi i temi al centro dei lavori delle commissioni tecniche.

Iniziamo con la commissione UNI/CT 044 – Salute che pone in inchiesta ben sei progetti.

Vediamoli in dettaglio.

Il primo, UNI1613387, specifica i requisiti e le raccomandazioni di buona pratica per la raccolta e il trasporto di campioni destinati agli esami medici di laboratorio.

Adotta la ISO 20658:2023.

Il secondo, UNI1613384, si occupa di biotecnologia.

Il documento specifica un concetto generale per un modello informazione sulla provenienza del materiale biologico e dati.

Adotta la ISO/TS 23494-1:2023.

Il terzo, UNI1613382, specifica i requisiti per la formattazione e la documentazione coerente dei dati e dei corrispondenti metadati – cioè, i dati che descrivono i dati e il loro contesto – nelle scienze della vita.

Adotta la ISO 20691:2022.

Il quarto, UNI1613383, è riferito al campo della biotecnologia. Il documento specifica i requisiti per il biobanking di cellule staminali pluripotenti umane e di murine.

Adotta la ISO 24603:2022.

Il quinto, UNI1613386, tratta un bioprocesso; specifica i requisiti generali e le considerazioni per progettare confezioni destinate a contenere cellule per uso terapeutico.

Adotta la ISO 20404:2023.

Il sesto ed ultimo, UNI1613385, definisce i termini relativi all’autenticazione delle linee cellulari nel campo delle biotecnologie. È utilizzabile sia dai laboratori accademici che conservano e propagano linee cellulari rispettivamente per scopi di ricerca di base e traslazionale, sia dai laboratori industriali e dalle biobanche che conservano, propagano e distribuiscono linee cellulari di identità autenticata.

Adotta la ISO/TS 23511:2023.

Passiamo all’ente federato UNI/CT 400 – UNICHIM – Associazione per l’Unificazione nel settore dell’Industria Chimica che volge la sua attenzione al progetto UNI1613644.

Il documento specifica i metodi per la determinazione delle proprietà della tiourea industriale quali ad esempio: il contenuto di tiourea, la sostanza insolubile in acqua, il residuo dopo combustione, punto di fusione iniziale, il contenuto di tiocianato, il contenuto di calcio e di metalli pesanti.

Adotta la ISO 7431-1:2024.

È la volta della commissione UNI/CT 021 – Ingegneria strutturale e del progetto UNI1613643.

Questo Rapporto Tecnico ha l’obiettivo di definire delle linee guida per il monitoraggio delle strutture, individuando i criteri di progettazione dei sistemi di monitoraggio, le metodologie di identificazione dello stato delle strutture sulla base di classi e tipologie strutturali per le quali si raccomanda l’impiego dei sistemi di monitoraggio strutturale. Il documento, inoltre, individua le caratteristiche e i requisiti dei componenti logici del sistema e le metodologie di rilevamento e di analisi dei dati, oltre alle metodologie di identificazione del danneggiamento e del degrado dei materiali.

Sostituisce la UNI/TR 11634:2016.

Concludiamo con la commissione UNI/CT 016 – Gestione per la qualità e metodi statistici che propone due progetti. Il primo, UNI1613664, tratta l’accuratezza (esattezza e precisione) di metodi e risultati di misurazione. In particolare, è parte della serie ISO 5725, e fornisce: a) una discussione su disegni sperimentali alternativi per la determinazione quantitativa di esattezza e precisione, comprese la riproducibilità, la ripetibilità e espressioni quantitative scelte di precisione intermedia di un metodo di misurazione standard, compresa una rassegna delle circostanze in cui il loro uso è necessario o vantaggioso, e una guida all’interpretazione e all’applicazione delle stime risultanti; b) esempi completi di disegni specifici e relativi calcoli.

Sostituisce la UNI ISO 5725-3:2004.

Il secondo, UNI1613663, anch’esso si occupa dell’accuratezza di metodi e risultati di misurazione ma ne tratta i principi generali e le definizioni. È anch’esso parte della serie ISO 5725 e ne introduce le condizioni, i vincoli e le risorse necessarie per valutare un metodo di misurazione o un risultato; definisce uno schema organizzativo per l’acquisizione di dati di esattezza e precisione mediante studio; fornisce le definizioni, il modello statistico e i principi necessari per la ISO 5725 (tutte le parti).

Sostituisce la UNI ISO 5725-1:2004.

Data di scadenza dell’inchiesta pubblica preliminare: 5 marzo 2024

L’inchiesta pubblica preliminare è un passaggio fondamentale del processo normativo perché aiuta a capire se:

  • il mercato ha bisogno di queste norme
  • ci sono altri bisogni da soddisfare
  • ti interessa partecipare

Lo sviluppo di uno standard deve avere luogo solo di fronte a un reale beneficio

Per questo il tuo parere è importante: aspettiamo i tuoi commenti

(>> vai alla banca dati)

Scopri come partecipare alle attività di normazione

(>> vai alla sezione Associazione)

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

logo uni 2022 su magazine qualità
2024-02-23T19:21:55+01:00Febbraio 23rd, 2024|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima