Da CEPAS (Bureau Veritas) le “regole” per sanificare gli impianti di climatizzazione

Via libera al primo corso certificato per chi è chiamato a sconfiggere il Covid-19 nei flussi di aria

Sanificazione e igienizzazione degli impianti, dei negozi e degli uffici. Dopo la fase acuta dell’emergenza virus è questa la parola d’ordine. Ma su tutto incombe un rischio: quello di un approccio dilettantistico e non professionale, che non fornisca quelle garanzie di interventi effettivi ed efficaci per la tutela della salute e la ripresa delle attività produttive in sicurezza.

E ciò significa personale qualificato e specialmente formato in grado di intervenire in quelle attività di sanificazione che figurano tra le misure inserite dal Governo nei recenti Protocolli di regolamentazione per il contrasto e il contenimento dell’epidemia.

I riflettori si sono accesi in particolare sulle “responsabilità” che gli impianti di climatizzazione e ventilazione potrebbero aver avuto nella diffusione del contagio: qualora negli ambienti climatizzati ci fossero individui affetti dal virus (goccioline emesse tossendo o respirando, captate dal sistema di ricircolo ed entrate nel flusso dell’aria).

È in questo scenario che si colloca l’operazione lanciata da CEPAS – società del gruppo Bureau Veritas – che ha qualificato un percorso formativo di eccellenza, denominato “Sanificazione e igienizzazione impianti di condizionamento – Specializzazione”, erogato dal Centro Studi Galileo, tra i più autorevoli centri formativi in Italia e uno dei primi in Europa e nel mondo per l’attività di formazione e informazione nei settori del freddo, condizionamento ed energie rinnovabili.

Il primo corso, svolto in formazione a distanza FAD tramite piattaforma online e della durata di 6 ore, si terrà il 29 giugno 2020 e tratterà i seguenti temi:

  • Durante la pandemia: gestione, igienizzazione, componenti degli impianti di condizionamento
  • Impianti di ventilazione meccanica controllata

La giornata di formazione presenta argomenti fondamentali che permetteranno ai Tecnici del Freddo di operare con maggior sicurezza e consapevolezza sugli impianti, minimizzando i rischi dovuti alla pandemia di Covid-19. Tra i temi del programma, si pone difatti l’accento sugli impianti HVAC (Heating Ventilation Air Conditioning) nei termini della loro disinfezione, corretta gestione e manutenzione. E della corretta gestione fanno parte anche alcuni suggerimenti pratici come quello relativo agli impianti di ventilazione che forniscono aria di rinnovo, che dovrebbero essere tenuti sempre accesi e in funzione alla velocità massima consentita per rimuovere le particelle sospese nell’aria (aerosol) e limitare, di conseguenza, la deposizione sulle superfici.

Per questo motivo, a valle del percorso formativo viene rilasciata anche la certificazione delle competenze da CEPAS che consente ai professionisti di dare ulteriore evidenza della propria affidabilità, competitività ed esperienza verificata da una Terza Parte Indipendente, leader nel settore.

Comunicazione a cura di CEPAS

cepas per magazine qualità

2020-06-23T09:00:47+01:00Giugno 13th, 2020|Covid-19, Formazione|
Torna in cima