Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Strutture alberghiere sostenibili

LifeGate Stay su Magazine QualitàIl programma di LifeGate Stay for the Planet, adottato da BWH Hotels Italia, ottiene il riconoscimento del Global Sustainable Tourism Council®

Lanciato nel 2011, il progetto, che ha raggiunto lo status di “Standard riconosciuto da GSTC”, l’organizzazione che stabilisce e guida gli standard per lo sviluppo sostenibile nel settore dei viaggi e del turismo a livello globale, offre un rating di sostenibilità che misura le performance ambientali e sociali delle strutture ricettive, aiutando turisti, ospiti e aziende a scegliere hotel sempre più sostenibili. Capofila tra gli aderenti al programma, BWH Hotels Italia e Malta che ha coinvolto le sue numerose strutture sul territorio nazionale. 

Assistere i clienti nella scelta di hotel e catene alberghiere responsabili. Con questo obiettivo nasce nel 2011 Stay for the Planet di LifeGate, programma di valutazione dei criteri di sostenibilità adottati all’interno degli alberghi, che oggi ottiene il riconoscimento GSTCGlobal Sustainable Tourism Council®, organismo internazionale, nato dall’United Nations Environment Programme e dall’United Nation World Tourism Organization, che stabilisce e guida gli standard per promuovere la sostenibilità e la responsabilità sociale nel turismo a livello globale.

“Siamo onorati di ottenere lo status di standard riconosciuto per i criteri del programma Stay for the Planet – il commento di Erika Colciago, responsabile consulenza e sviluppo aziendale in LifeGate – Questo progetto è stato lanciato molti anni fa come parte di una strategia di turismo sostenibile volta a ridurre l’impatto ambientale associato al settore, garantendo la fornitura di servizi di qualità nel massimo rispetto del territorio e della popolazione locali. Stay for the Planet è pensato per supportare la gestione in ottica sostenibile di hotel indipendenti, piccole e medie catene alberghiere, ma anche come strumento di governance per realtà con un numero elevato di strutture”.

BHW Hotels Italia e Malta adotta Stay for the Planet nel 2011 come parte della propria strategia per promuovere la riduzione degli impatti ambientali del network. Il gruppo alberghiero, si è fatto promotore fin dall’inizio del progetto dotando gli alberghi del network di un sistema di monitoraggio e miglioramento delle loro performance ambientali e sociali. Ad oggi, l’adozione da parte delle strutture del network che aderiscono al progetto ne fa il programma di sostenibilità più diffuso in Italia.

Siamo estremamente soddisfatti del percorso che abbiamo compiuto al fianco dei nostri hotel. Stay for The Planet risponde all’esigenza dei nostri stakeholder: i soci imprenditori alberghieri e i nostri clienti, individuali e aziende.

Con LifeGate abbiamo offerto ai nostri alberghi una piattaforma che si è evoluta costantemente fino ad integrare aspetti sociali e di governance, oltre che ambientali. Gli alberghi del nostro gruppo continuano ad investire per l’efficientamento con interventi strutturali e selezione di servizi, prodotti e soluzioni a minore impatto in ogni momento del soggiorno in albergo. È un processo di progressi continui che sempre di più coinvolge le aziende della filieradichiara Sara Digiesi CEO di BWH Hotels Italia e Malta.

Stay for the Planet è un tool digitale che restituisce un rating di sostenibilità, partendo dall’analisi di sei aspetti fondamentali che il comitato scientifico di LifeGate valuta con un punteggio complessivo da 1 a 5. I sei ambiti riguardano Energia, Acqua, Rifiuti, Approvvigionamenti, Comportamenti e Persone. Nello specifico vengono considerati: fonti e consumi di energia elettrica e riscaldamento, efficienza energetica della struttura e delle apparecchiature; consumi d’acqua potabile nelle diverse aree della struttura e misure di risparmio idrico; produzione e tipologia di rifiuti, gestione dello smaltimento e azioni di prevenzione; politiche di acquisto e approvvigionamento di materie prime, materiali di servizio e beni durevoli con caratteristiche di sostenibilità; comunicazione e sensibilizzazione dei clienti, sistemi di gestione, relazioni con il territorio e le realtà locali, organizzazione logistica dei fornitori, gestione della mobilità del personale e dei clienti; attività di coinvolgimento e formazione del personale, accessibilità e inclusione della struttura, promozione dell’occupazione locale, rispetto delle pari opportunità, pratiche di lavoro e promozione del benessere dei dipendenti.  I consumi di energia, di acqua e la quantità di rifiuti prodotta vengono messi a confronto con dati medi europei. Gli hotel possono quindi valutare il proprio impatto ambientale in termini di carbon footprint, consumo energetico e water footprint, sintetizzati in indicatori ambientali specifici, e confrontarli con quelli di strutture analoghe.
2023-12-05T14:06:53+01:00Dicembre 5th, 2023|Sostenibilità|
Torna in cima