SGS e Baker Hughes annunciano una collaborazione sulla Predictive Corrosion Management

SGS E BAKER HUGHES Predictive Corrosion Management su magazine qualitàSGS e Baker Hughes, a GE company (NYSE: BHGE), annunciano una Strategic Alliance Agreement (SAA) per l’implementazione congiunta e la commercializzazione di una soluzione Predictive Corrosion Management (PCM) basata su sensori e real-time software che consentirà ai proprietari di risorse di scalare il monitoraggio e prevedere i problemi di corrosione utilizzando dati in tempo reale.

Sfruttando la capacità di Industrial Internet of Things (IIoT), PCM consentirà ai proprietari di asset di aumentare la loro capacità di monitorare le proprie strutture e di rilevare e prevedere problemi di corrosione utilizzando dati in tempo reale basati sulla tecnologia di rilevamento a ultrasuoni di BHGE e analisi avanzata.

François Marti, Chief Operating Officer di SGS in Nord America, e Holger Laubenthal, CEO di Inspection Technologies per BHGE, hanno firmato la SAA alla presenza di clienti e funzionari dell’azienda durante una recente conferenza a Houston.

Questa partnership con BHGE consentirà a SGS di ampliare la sua offerta di servizi di asset integrity con soluzioni di ispezione digitale avanzate che andranno a beneficio dei nostri clienti Oil&Gas” ha dichiarato François Marti, SGS COO North America.

PCM genera misurazioni dello spessore e della temperatura delle pareti attraverso sensori ad ultrasuoni Rightrax PM posizionati su apparecchiature critiche quali tubi, serbatoi; la soluzione applica analisi avanzate, con il risultato di una valutazione in tempo reale dei dati che erano tradizionalmente raccolti attraverso ispezioni manuali rischiose e dispendiose in termini di tempo.

Particolarmente utile per gli operatori del settore petrolifero e del gas a valle, petrolchimici e a monte, il PCM può aiutare qualsiasi segmento industriale a essere esposto a rischi legati alla corrosione. Il PCM è uno strumento essenziale per aiutare i proprietari di asset a beneficiare di una migliore affidabilità degli impianti, programmi di integrità, massimizzando al contempo la sicurezza operativa e prolungando la vita delle risorse.

PCM è uno dei nostri servizi di punta per aiutare i clienti a rendere visibile l’invisibile “, ha affermato Holger Laubenthal, CEO di Inspection Technologies per BHGE. “Non vediamo l’ora di lavorare con SGS per accelerare l’implementazione di PCM, una soluzione digitale predittiva che sta diventando un punto di riferimento per il monitoraggio della corrosione in diversi settori. Questo accordo avrà un ruolo chiave nel migliorare la sicurezza, ridurre i tempi di fermo delle apparecchiature e migliorare le operazioni per i nostri clienti a livello globale.”

SGS fornisce servizi di ispezione visiva e controlli non distruttivi a grandi asset industriali, sia in servizio che durante i periodi di fermo produttivo, contribuendo a garantire l’integrità degli asset industriali a livello globale. Il settore delle tecnologie di ispezione di BHGE, parte del suo segmento di Digital Solutions, è stato per anni uno dei fornitori di prove non distruttive (NDT) di SGS e sta fornendo ai proprietari di beni industriali soluzioni e servizi tecnologici fondamentali. La combinazione della rete globale di SGS e delle competenze in materia di asset integrity con l’esperienza tecnologica di BHGE garantirà il rapido sviluppo di PCM e la crescita nel mercato di ispezioni e manutenzione di servizi e tecnologia.

SGS
SGS è l’azienda leader nel mondo per i servizi di ispezione, verifica, analisi e certificazione. Siamo il punto di riferimento mondiale per qualità ed integrità. Con più di 95.000 dipendenti, operiamo attraverso una rete di oltre 2.400 uffici e laboratori in tutto il mondo.

Visita il sito https://www.sgs.com/en/campaigns/predictive-corrosion-management

2018-07-13T06:51:45+00:00News|