GICAR, L’ELETTRONICA ITALIANA NEL MONDO

In Italia la produzione di controlli elettronici è ancora un settore importante e una testimonianza in tal senso ci viene offerta da Gicar, azienda inizialmente specializzata nella produzione di regolatori di livello elettronici e regolatori gas, che poi è diventata leader anche nella progettazione e produzione di programmatori elettronici per macchine per il caffè, per il gelato, per forni e per distributori automatici.

Gicar

Nata nel 1963, grazie all’impegno e alla passione del suo fondatore, Giuseppe Arlati, Gicar è diventata nel corso degli anni un’eccellenza nel panorama dell’imprenditoria italiana. Il Consiglio di Amministrazione è attualmente composto da Donatella Arlati, Presidente del gruppo, e da Margherita Squintu, Amministratore delegato.

Al centro dell’azienda brianzola vi sono dedizione e attenzione verso il cliente, il quale viene sempre posto al centro, dalla progettazione fino ai controlli di qualità e soprattutto nel post acquisto. Proprio la figlia del fondatore, Donatella Arlati, che sul finire degli anni ’80 entra a far parte dell’azienda, ci accompagna nel quadro evolutivo della “creatura”, sottolineando come gli esordi non siano stati semplici. Infatti, quando Gicar applicò per prima l’elettronica ai regolatori di livello, riscontrò inizialmente una certa diffidenza da parte del mercato.

Gicar

I primi a credere nel nuovo settore emergente, l’elettronico appunto, furono i francesi. Dai regolatori di livello l’azienda passò alla progettazione e produzione delle centraline per il comando integrale delle macchine per il caffè, che oggi rappresenta la principale attività dell’azienda, dove le è riconosciuta una leadership indiscussa. La strategia di sviluppo dell’azienda di Merate si è concentrata molto sull’internazionalizzazione e, in termini di fatturato, gli ultimi anni sono stati molto positivi.

L’azienda ormai esporta in tutto il mondo: Europa, USA, Brasile, Cina, Taiwan e Australia.

Tuttavia si potrebbero ottenere risultati migliori se anche le Piccole e Medie imprese ricevessero il supporto all’internazionalizzazione che ricevono le grandi imprese. Alla base di un simile successo ha certamente avuto un peso determinante sia il continuo investimento in ricerca e sviluppo, sia la formazione dei collaboratori. Infatti fra i punti di forza di Gicar troviamo il personale altamente qualificato, un ottimo reparto Ricerca e Sviluppo, una produzione in linee automatiche di assemblaggio e collaudo e un laboratorio interno riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca per eseguire test dei prodotti sulla compatibilità elettromagnetica.

Gicar

L’età media del personale è di 35 anni con forte presenza femminile e, nonostante la recessione economica degli ultimi anni, l’azienda non ha mai effettuato tagli, anzi è cresciuta con lo sviluppo di nuovi prodotti per l’acquisizione di nuovi clienti e di nuovi mercati. Il personale è sempre stato quindi considerato una risorsa a valore aggiunto e ne è conseguita una gestione attenta non solo sul piano della formazione ma sotto ogni profilo, cosa che fa di Gicar un centro di eccellenza a cui guardare come modello di riferimento.

Solo poche realtà industriali possono inoltre vantare una classe finanziaria A2.2 (certificata Cerved).

Altro aspetto fondamentale, che spiega il successo di Gicar, è che tutta la produzione avviene in Italia, una scelta coraggiosa e contro corrente che permette un accurato e minuzioso controllo qualità e tempi di consegna rapidi e certi, nonché un’assistenza post vendita difficilmente realizzabile se la produzione fosse stata delocalizzata. Grazie alle capacità di investimento della proprietà, nonché alla continua ottimizzazione della produzione, l’azienda ha costruito il capannone di Osnago che realizza i contatori volumetrici, prodotti su cui Gicar ha una leadership sempre più consolidata ed ulteriori ambiziosi programmi di espansione per far fronte alle sempre crescenti richieste del mercato.

Gicar

Sebbene il core business sia rappresentato dal settore delle centraline per le macchine da caffè, di cui l’azienda è leader di mercato, la conoscenza e l’esperienza acquisite nel corso degli anni hanno consentito alla Gicar di operare in modo proficuo anche in altri settori:

  • impianti di spillatura bevande

  • apparecchiature per cottura

  • macchine per gelato e freddo

  • distributori automatici

  • lavastoviglie industriali

  • macchine per stiro e lavanderia

  • impianti per il trattamento acque

  • apparecchiature medicali

  • idrotermosanitario

gicar-foto-aerea-hd

Gicar guarda sempre al futuro.

Sul fronte energetico ha pensato all’ecosostenibilità, infatti la sede principale di Merate riesce a produrre in maniera autonoma l’energia di cui necessita grazie all’installazione di un impianto fotovoltaico. Sul fronte organizzativo ha pensato a soluzioni innovative, infatti è tra le poche aziende ad attuare un Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza nei luoghi di Lavoro (SGSL) confermando l’attenzione ai collaboratori anche sul fronte della sicurezza.L’azienda adotta inoltre un modello di organizzazione e gestione come da D.Lgs. 231/01 per il controllo del rischio da responsabilità penale delle imprese.

Tra le certificazioni troviamo:

  • ISO 9001 del Sistema aziendale di gestione per la Qualità, conseguita già nel 1994

  • Certificazioni NSF

  • Certificazioni UL

  • Certificato di Esame CE di Tipo – IMQ

  • Attestazione di qualità igienica per il contatto con gli alimenti (Reg. CE 1935/2004) e per il contatto con acqua destinata al consumo umano (D.M. 174/2004)

  • I prodotti Gicar sono inoltre conformi alla Direttiva RoHS 2011/65/UE

Sono una trentina i paesi in cui Gicar esporta: “un’impresa con radici in Brianza e la testa nel mondo”, parola del suo fondatore, Giuseppe Arlati.

gicarsrl.com

Print Friendly, PDF & Email
2016-12-16T14:33:06+01:00In evidenza, Tecnologia|