Alle prese con le pulizie di casa? I consigli di TÜV SÜD per farle in sicurezza

TÜV ITALIA Pulizie a vapore su Magazine QualitàIl tempo che tutti noi, nell’ultimo anno, abbiamo passato in casa lo abbiamo fatto in qualche modo fruttare. Chi ha cucinato, chi ha riordinato, chi ha rinnovato e chi si è occupato di pulire a fondo la propria abitazione. Quando è necessario effettuare una pulizia profonda della casa l’utilizzo del vapore diventa indispensabile.

Ma quali sono gli elettrodomestici migliori da utilizzare per queste pulizie? E quali sono i sistemi di pulizia più efficaci?

Ecco alcuni consigli e suggerimenti di TÜV SÜD.

I pulitori a vapore sono elettrodomestici molto versatili e possono essere utilizzati non solo per la pulizia di superfici come piastrelle, vetri o pavimenti, ma anche per pulire le fughe delle piastrelle, i rubinetti o per rimuovere il grasso dai piani di cottura.

In genere un modello manuale è sufficiente per una rapida pulizia, ma se si vuole una pulizia in profondità di superfici di una certa dimensione, occorre utilizzare un pulitore elettrico con elevato rendimento e potenza e con un serbatoio d’acqua adeguato.

TÜV SÜD, fornisce dodici suggerimenti per l’utilizzo e l’acquisto:

  • Riempire il serbatoio dell’acqua solo fino alla tacca indicataper lasciare spazio sufficiente per lo sviluppo del vapore.
  • Riempire il serbatoio conacqua calda per ridurre il periodo di riscaldamento.
  • La pressione del vaporedipende dalla potenza: i valori possono variare da 1.300 a 2.300 watt. Maggiore è la pressione del vapore, maggiore è la velocità di uscita del vapore dalla macchina e maggiore è il potere pulente.
  • Se il serbatoiodell’acqua viene riempito oltre quello massimo indicato, dall’ugello uscirà solo acqua, non vapore.
  • Non devono mai essere introdotti nel serbatoio dell’acqua solventi utilizzati per la pulizia come benzina o diluenti poiché possono causare un’esplosione.
  • L’intensità del vapore deve essere regolabile dall’ugello o dall’elettrodomestico stesso. È indispensabile un display luminoso “vapore” che indichi all’utilizzatore che la macchina è pronta per l’uso.
  • Una domanda fondamentale da porre al rivenditore prima dell’acquisto è la facilità nel disincrostare l’elettrodomestico. Questa procedura deve essere descritta in modo chiaro e dettagliato nel manuale di istruzioni.
  • Al primo lavaggio, leggere attentamente il manuale di istruzionee osservare eventuali avvertenze di sicurezza.
  • Per la pulizia di tende o divani, provare prima il pulitore a vapore su una piccola area del tessuto per verificare se esso sopporta questo tipo di pulizia.
  • Attenersi a quanto indicato nelle istruzioni per quanto riguarda pavimenti in legno trattati a cera, linoleum e tessuti non colorati.
  • Non usare mai il tubo del vapore se danneggiato – questo comporterebbe il rischio di ustioni. È sempre necessario sostituire un tubo danneggiato.
  • Non dirigere mai il getto di vapore direttamente su dispositivi elettrici o apparecchiature che li contengono. E questo vale anche per l’interno del forno.

Ogni prodotto in vendita offre la possibilità di dotarlo di accessori che consentono una maggiore comodità nell’utilizzo oppure dedicati a specifiche superfici. Ad esempio, dotarsi di una prolunga del filo di alimentazione aumenta la superficie raggiungibile dal pulitore, una funzione per la cura dei tessuti consente di utilizzare la macchina per scopi specifici come la pulitura degli abiti. Inoltre, utilizzare un ugello ad angolo aumenta la temperatura e la pressione del vapore in uno spazio concentrato – e questo è un vantaggio per la pulizia di radiatori, rubinetti e raccordi in metallo o alluminio, e persino per la pulizia dei cerchioni delle auto. Le spazzole triangolari sono accessori eccellenti per la pulizia negli angoli, gli ugelli a mano hanno chiusure in panno spugna e sono progettati per la rimozione di pellicole di grasso e per la pulizia di aree circoscritte in cucina e in bagno. Sono inoltre disponibili accessori per la pulizia di finestre e pavimenti e per rimuovere la carta da parati. Alcuni pulitori a vapore possono anche essere collegati a un accessorio come il ferro a vapore.

Infine, vi sono aspetti qualitativi importanti da tener conto al momento dell’acquisto di un pulitore a vapore, in quanto non tutti possiedono le medesime caratteristiche e la stessa qualità e sicurezza d’utilizzo. È importante verificare sempre la provenienza del prodotto e che questo possieda i marchi che ne certifichino la qualità e la sicurezza”, dichiara Massimo Mendo, Technical Certifier Project Handler FST inspector di TÜV Italia.

Il marchio GS (Certified Safety), molto diffuso in Germania, ma apprezzato anche a livello extra-europeo ed il marchio ottagonale TÜV SÜD, marchio volontario alternativo al marchio GS ma altrettanto valido, confermano che la macchina è stata testata per la sicurezza e l’usabilità.

Fondato nel 1866 come associazione di controllo delle caldaie a vapore, il Gruppo TÜV SÜD è cresciuto diventando un’impresa globale. Opera con oltre 24.000 dipendenti dislocati in oltre 1.000 sedi in circa 50 paesi allo scopo di migliorare costantemente tecnologia, sistemi e competenze. TÜV SÜD contribuisce attivamente a rendere innovazioni tecniche come Industria 4.0, guida autonoma ed energie rinnovabili sicure e affidabili. www.tuv-sud.com 
TÜV Italia fa parte del gruppo TÜV SÜD ed è presente in Italia dal 1987. TÜV Italia ha una struttura di oltre 600 dipendenti e 400 collaboratori, con diversi uffici operativi sul territorio nazionale, a cui si affiancano i laboratori di Scarmagno (TO) e quelli delle società Bytest, a Volpiano (TO) e Benevento, e pH a Tavarnelle Val di Pesa (FI), acquisite rispettivamente nel gennaio 2012 e nel gennaio 2013. TÜV Italia organizza periodicamente webinar e seminari gratuiti, dove vengono affrontati I temi tecnici più attuali, altre ai numerosi corsi formativi professionali, dedicati ad approfondire e sviluppare competenze in tutti i settori in cui l’ente opera. www.tuv.it

Comunicazione a cura di TÜV Italia

TÜV ITALIA Omologazioni su Magazine Qualità

Print Friendly, PDF & Email
2021-02-16T14:50:43+01:00Febbraio 16th, 2021|Ambiente|
Torna in cima