Private Label – Prodotti Alimentari a Marchio Privato

I mercati internazionali e soprattutto i mercati della GDO vedono la crescita esponenziale dei prodotti alimentari a marchio o private label.

Il mercato alimentare dei prodotti a marchio privato, inizialmente, era ristretto alle catene della grande distribuzione, GDO, in quanto, il proprietario della catena sceglieva di far produrre ad un fornitore alimenti a marchio privato. Questo faceva si che per le aziende di produzione ci fosse una notevole opportunità commerciale di lavoro di quantità, e per il cliente e consumatore prodotti di qualità a costi inferiori e lo ‘sfruttamento’ del brand aziendale.

Le catene di distribuzione, per assicurare che gli alimenti a marchio privato, rispettassero i requisiti di sicurezza, qualità, legalità , per i paesi ove venivano commercializzati gli alimenti, oltre che i requisiti contrattuali redassero una serie di regolamenti, che poggiavano sui concetti obbligatori e norme qualità, l’omogenizzazione di quanto sopra portò alla nascita degli standard internazionali per la sicurezza alimentare Brc Ifs. All’interno delle norme per gli standard Brc Ifs si ritrovano infatti, specifici punti, dove vengono trattati i requisiti dei private label e della proprietà del cliente.

Anche i mercati internazionali si sono evoluti ed allineati a questi standard, in quanto è molto frequente che attività commerciali di brokeraggio creino proprie linee di prodotti alimentari a marchio proprio facendo produrre ad aziende, qualificate secondo i requisiti degli standard Brc Ifs, agroalimentari per proprio conto.

Private Label cosa sapere del Marchio Privato Alimentare

L’azienda produttrice di prodotti a marchio privato alimentare dovrà seguire una serie di step a tutela del cliente, sia esso GDO o Broker. Infatti alla contrattazione commerciale, requisiti del cliente, devono essere definiti gli aspetti e le responsabilità, anche economiche:

  • Chi si dovrà occupare della progettazione del prodotto a marchio privato alimentare
  • Chi avrà l’onere dell’acquisto delle materie prime, compreso il packaging, utilizzato
  • La gestione della realizzazione ed approvazione delle schede tecniche ed etichette del prodotto a marchio privato
  • Chi dovrà effettuare i controlli analitici sui prodotti per i criteri di sicurezza alimentare e igiene del processo
  • Se saranno necessarie per la qualifica, le certificazioni Brc Ifs e se verranno anche effettuati audit non annunciati
  • Chi si occuperà, e come deve essere gestita la fase di stoccaggio e logistica, il picking, talvolta la gestione degli ordini
  • La gestione degli sprechi, delle eccedenze, e l’identificazione dei prodotti rispetto alle altre produzioni aziendali
  • La gestione delle emergenze e della comunicazione interaziendali e con gli organi di controllo
  • Requisiti economici comprese le sanzioni, bilaterali, inerenti ai ritardi delle consegne, restituzioni dei prodotti a marchio privato ed alle risoluzioni contrattuali in caso di controversie
  • Requisiti specifici del cliente rispetto al private label che possono comprendere specificità rispetto alla sanificazione, disinfestazione o l’implementazione di test e procedure specifiche

I Vantaggi dei Prodotti a Marchio Privato

I vantaggi portati dalla tipologia di prodotti a marchio privato si possono suddividere ed elencare in:

Vantaggi per la Gdo e per il consumatore:

  • I prodotti a marchio privato alimentari hanno una gestione per gli aspetti della sicurezza, qualità e legalità dei prodotti, più corretta grazie alla richiesta, fase di qualifica, di certificazione alimentare secondo gli standard Brc Ifs
  • I prodotti private label hanno dei costi più bassi rispetto ai prodotti di marca, con i quali spesso condividono le aziende produttrici e processi di produzione

Vantaggi per l’azienda produttrice sui private label Gdo:

  • L’azienda produttrice di alimenti a marchio privato, ha una gestione affinata per la sicurezza, qualità e legalità dei prodotti
  • Una grande capacità commerciale, grandi numeri, derivante dagli ordini ricevuti dal proprietario del marchio privato, di conseguenza la possibilità di investire con più tranquillità
  • La gestione di aspetti tecnicamente spinosi quali etichettatura, grafica, talvolta acquisti di materie prima e logistica, demandata al produttore del marchio

Quindi vi è proprio un ‘mondo parallelo’ composto da aziende che producono alimenti per marchi privati appartenenti ad altre proprietà per scopi commerciali. Molte figure di questo mondo, Buyer Gdo, Aziende produttrici di private label, posso essere ritrovate ad un evento annuale importante il Marca di Bologna.

Comunicazione a cura di Sistemi & Consulenze

Servizi per la Qualità Aziendale

www.sistemieconsulenze.it

2019-10-02T11:12:43+01:00News|