window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'UA-58090058-1');

NATO SMART ENERGY 2015: L’ENERGIA DEL FUTURO NELLE NOSTRE MANI

La sigla NATO genera nei nostri immaginari diverse associazioni, ma tutte ben riconducibili all’idea di un’alleanza tra Paesi. Ma quanti hanno ben chiaro che cosa sia davvero, come funzioni e quale sia il suo scopo?

L’Organizzazione del Trattato dell’Atlantico del Nord (NATO dall’inglese North Atlantic Treaty Organization) è un’organizzazione internazionale per la collaborazione nella difesa che definisce degli standard comuni che i Paesi aderenti devono rispettare, il cui obiettivo è quello di predisporre missioni belliche giustificate dallo scopo insito in esse: arrivare alla pace.

foto Nato

Dall’amministrazione Obama in poi, però, oltre che focalizzarsi sulla vittoria della guerra a scopo di pace, la NATO ha cominciato a prestare attenzione all’impatto che le azioni messe in essere avrebbero potuto generare in termine di costi, ripercussioni sull’ambiente, efficienza energetica, etc.

E’ proprio grazie a questa preoccupazione emergente che Rold ha avuto la straordinaria occasione di prendere parte a Nato Smart Energy 2015, un progetto grazie al quale, all’interno di un campo militare ungherese è stato adibito uno spazio interamente dedicato a delle aziende selezionate che potevano così presentare se stesse e le proprie tecnologie al mondo militare.

Un’iniziativa che ha avuto un grande successo da cui sono scaturiti importanti contatti in ambito militare che l’azienda dovrà coltivare e alimentare al fine di accreditarsi come fornitore. Degna di nota è certamente la partnership che Rold ha stretto, a seguito della sua partecipazione a Nato Smart Energy, con G&G Partner che prevede un accordo di fornitura di lampade all’interno delle tende da loro prodotte.

E’ importante evidenziare come la Nato non abbia ancora definito, per quanto concerne il mondo dell’energia e della sua efficienza, degli standard condivisi a cui i Paesi aderenti debbano scrupolosamente attenersi. Essendo un settore esplorato non da molto tempo ma nei confronti del quale si sta mostrando un crescente interesse, gli standard in materia sono ancora in fase embrionale, ma è certamente preponderante la volontà di accelerare i tempi in ottica di una rapida svolta.

A tal proposito Rold, proprio grazie al progetto Nato Smart Energy a cui ha aderito, potrà sedere al tavolo dove verranno scritte le regole in tema di energia e contenimento dei costi, avendo così l’opportunità di rendersi protagonista di decisioni di grande impatto e rilevanza.

Nello specifico, il 18 febbraio a Bruxelles si terrà un workgroup dove verranno sia definiti dettagliatamente e operativamente dei piani d’azione concreti, sia formulate le diverse richieste da avanzare alla Nato. Sarà un evento di grande prestigio dove saranno presenti i Ministri della difesa di diversi Paesi aderenti alla Nato insieme all’Ambasciatore Sorin du Karu, Assistant Secretary General for Emerging Security Challenges.

Rold sarà presente e prenderà parte ad un importante gruppo di lavoro.

Concludiamo con  una citazione di Gandhi: “Sii il cambiamento che vorresti veder avvenire nel mondo”.

L’occasione che si è presentata a Rold è proprio quella di divenire fautrice di dinamiche che potranno sia definire standard che mai fino ad ora erano stati definiti in quest’ambito, sia alimentare strategie di successo per il proprio business.

Rossella Limosani – ROLD Gruppo SpA

Print Friendly, PDF & Email
2016-05-02T13:11:36+01:0020 Gennaio, 2016|Energia, Special Energy Management|