CRESCITA COSTANTE PER IL GRUPPO BENASSI

Benassi Infrastructure Technologies  ha chiuso il 2017 con una percentuale di crescita di oltre il 20%, costante negli ultimi tre anni, raggiungendo un fatturato di circa 13 milioni di euro.

Un’ottima performance per il Gruppo – nato a Reggio Emilia 35 anni fa come attività artigianale a carattere famigliare nel settore delle costruzioni, diventato una delle principali realtà nazionali nel settore delle infrastrutture – ottenuta grazie anche all’assunzione di giovani tecnici specializzati che portano a 42 il numero dei dipendenti, a cui si aggiungono oltre 30 collaboratori esterni che si alternano nei cantieri in Italia e all’estero.

Significativa e costante negli ultimi anni anche la capacità di investimento in nuove tecnologie e macchinari nelle tre divisioni (opere infrastrutturali, riabilitazione condotte, servizi ambientali) attestandosi nel 2017 a circa un milione di euro, pari ad oltre il 7% del fatturato complessivo. In particolare è stata sviluppata l’attività di ricerca e sviluppo in collaborazione con le aziende produttrici per l’applicazione di materiali innovativi (Liner strutturali) per la riabilitazione di condotte gas. La prima applicazione del nuovo Liner, non ancora presente sul mercato mondiale, è stata effettuata con successo in un intervento di riabilitazione a Genova.

Investimenti necessari – come quelli sostenuti per l’ottenimento della certificazione ISO 14001 e  ISO 9001  – per lavorare con grandi clienti come pubbliche amministrazioni, aziende municipalizzate italiane ed estere e multinazionali. Entrambe le certificazioni sono state emesse da TUV Italia.

Nel 2017  l’azienda reggiana fondata da Pietro Benassi, titolare insieme al figlio Simone, è diventata un fornitore certificato del Gruppo Eni per cui si occupa della manutenzione delle reti sotterranee di trasporto del petrolio e della manutenzione interna ai depositi.

Una commessa di prestigio che si aggiunge al già ricco palma res di interventi che hanno portato il Gruppo Benassi ad essere conosciuto e apprezzato per competenze e professionalità in Italia e all’estero e che continua a crescere grazie anche ad attività formative organizzate non solo per i propri tecnici, ma anche per gli ingegneri e i geometri del nostro territorio.

Ha registrato infatti una larga partecipazione il recente convegno organizzato in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri e il Collegio dei Geometri di Reggio Emilia, presso la sede di corso Garibaldi del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale, dedicato alla riabilitazione idraulica e strutturale “senza scavo” di condotte irrigue, a cui hanno partecipato il commissario Franco Zambelli e l’ingegnere Matteo Giovanardi per il Consorzio, ma che ha registrato anche la testimonianza di esperienze di tecnici di aziende municipalizzate e private a cui si è aggiunto il contributo qualificato dell’ingegnere Matteo Lusuardi del Gruppo Benassi.

“Un portafogli lavori significativo, sostenuto da nuovi investimenti in personale e tecnologie, lasciano prevedere un fatturato in crescita anche nel 2018” sottolinea Simone Benassi. “Un obiettivo che riusciremo a raggiungere – aggiunge Pietro Benassi – se continueremo a crescere insieme ai nostri collaboratori con i quali siamo riusciti a costruire una struttura altamente qualificata, snella e veloce, in grado di affiancare i clienti dallo studio progettuale dell’intervento sino al collaudo finale, risolvendo anche le emergenze in tempi record: questo è uno dei nostri punti di forza per rimanere saldamente sul mercato”.

2018-01-04T15:31:20+00:00 Tecnologia|