Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Conclusa positivamente la verifica sulla qualità al Consorzio della Bonifica Burana

Consorzio della Bonifica BuranaVerifica qualità al Consorzio della Bonifica Burana: concluse in questi giorni le visite degli ispettori della qualità che hanno confermato il rispetto degli standard prescritti. Le visite hanno riguardato diversi cantieri e varie procedure in carico agli uffici tecnici ed amministrativi.

L’organismo accreditato DNV-GL ha constatato il raggiungimento degli obiettivi fissati dalla politica di qualità in termini di:

– interventi a favore della difesa del suolo e della sicurezza idraulica;

– razionale distribuzione e un efficiente utilizzo della risorsa idrica in agricoltura;

– valorizzazione e salvaguardia della produzione agricola, ambiente e beni naturali.

Il Direttore del Burana, Ing. Cinalberto Bertozzi, con soddisfazione afferma che “il percorso avviato anni fa e che nel tempo si è consolidato dimostra ulteriormente la cura e la precisione con cui vengono gestite le pratiche; il fatto che gli ispettori abbiano riscontrato nei cantieri, di cui uno di lavori per circa 1.000.000,00 di euro, l’ottimo lavoro dei tecnici al di là delle norme statali e regionali è per noi motivo di conforto a proseguire nella strada intrapresa”.

Il Presidente del Consorzio Francesco Vincenzi guarda ai risultati conseguiti come un ulteriore punto di partenza per giungere a successivi percorsi certificativi ritenendo questo aspetto molto importante per valorizzare l’attività dell’Ente e nel ringraziare la struttura per il risultato la invita a proseguire nel costante lavoro a favore dei consorziati.

Il Consorzio della Bonifica Burana ha il compito di difendere dagli allagamenti i grandi territori di pianura racchiusi tra gli argini dei fiumi Po, Secchia, Panaro e Samoggia.
(Le acque di pioggia ristagnerebbero nelle città e nelle campagne se la Bonifica, con le proprie opere, non consentisse alle acque di defluire in modo ordinato, tramite la loro raccolta e allontanamento nella rete idrografica artificiale dei canali. Quando necessario, il Consorzio provvede anche a trattenere l’acqua delle precipitazioni, se disponibile a derivarla dai fiumi e a distribuirla al servizio dell’agricoltura e dell’ambiente tramite i canali stessi e gli impianti idrovori dislocati nel territorio.)
Il comprensorio di Burana ricade oggi in 54 comuni delle province di Modena, Mantova, Ferrara, Bologna e Pistoia per una superficie di 242.521 ettari, di cui in pianura 156.471 e in montagna 86.050. Nel territorio di montagna il Consorzio di Bonifica interviene, in sinergia con altri enti, per la difesa dal dissesto idrogeologico.

La certificazione UNI EN ISO 9001:2008 del Consorzio della Bonifica Burana è valida per il seguente ambito applicativo:

  • tutela, gestione e progettazione delle infrastrutture di bonifica finalizzate alla regolamentazione dell’acqua superficiale per contribuire a mantenere la sicurezza idraulica del territorio, alla distribuzione della risorsa idrica per l’agricoltura e l’ambiente, allo sviluppo del territorio e alla tutela e valorizzazione del sistema produttivo, dei beni naturali, delle risorse ambientali, con particolare riferimento alle risorse idriche;
  • sistemazione delle zone franose e regimazione dei deflussi montani e collinari;
  • presidio territoriale e polizia idraulica;
  • rilascio concessioni, autorizzazioni e pareri idraulici;
  • manutenzione e gestione sedi, impianti ed attrezzature e macchine operatrici;
  • aggiornamento dei dati catastali ed emissione dei ruoli del tributo di bonifica.

 

2017-06-06T08:52:50+01:00Giugno 6th, 2017|News|
Torna in cima