I consigli di TÜV Italia per la scelta e l’acquisto di mobili outdoor sicuri

TÜV Italia Mobili outdoor SU MAGAZINE QUALITA'I numeri di vendita di mobili outdoor continua a crescere anche se si assiste a un cambiamento nelle abitudini di acquisto dove il design, l’innovazione e la sicurezza dei prodotti acquisisce sempre più importanza anche a discapito del prezzo finale.

In Italia il settore dell’arredamento in generale gode di ottima salute, in quanto il nostro Paese rappresenta uno dei principali esportatori al mondo di queste forniture.

Il comparto dei mobili da giardino non smette di crescere dall’inizio del decennio ed è stimato in circa 450 milioni di euro (fonte: https://www.businesscoot.com/it/studio-di-mercato/il-mercato-dei-mobili-da-giardino-italia). Si tratta di un mercato importante in Italia, che risulta influenzato da fattori legati alla stagionalità e all’andamento generale dell’economia e che sta diventando anche sempre più competitivo, soprattutto per quanto riguarda i diversi canali di distribuzione, in cui i produttori di mobili, gli specialisti dei mobili outdoor, i supermercati, i negozi di hobbistica e fai da te, i grandi centri di giardinaggio e i negozi di mobili tradizionali sono fortemente in competizione. A complicare ulteriormente la situazione si aggiunge il grande incremento delle vendite online.

Grande impulso a questo mercato è derivato poi anche dalla pandemia: trascorrendo più tempo tra le mura domestiche, gli italiani, che avevano a disposizione uno spazio esterno, hanno mostrato molto più interesse per il suo arredo e i decori utili a renderlo ancora più accogliente e confortevole.

Come valutare se un mobile da esterno è sicuro?

Molti prodotti riportano obbligatoriamente un simbolo che ne attesta la sicurezza e per la Comunità Europea questo compito è svolto dal marchio CE. La marcatura CE è richiesta da molte Direttive comunitarie e certifica che il Prodotto in questione è conforme alle norme tecniche applicabili e armonizzate in Direttiva e che può essere legalmente venduto ovunque all’interno della Comunità stessa. Mentre per alcune Direttive la marcatura CE può essere apposta a fronte di test svolti dal produttore stesso, per altri prodotti devono essere testati da un ente terzo indipendente.

TÜV SÜD fornisce alle aziende di tutto il mondo test volti alla marcatura CE e supporta il mercato alla redazione del Fascicolo Tecnico, parte fondamentale oltre alle prove di Laboratorio per dichiarare in tranquillità e correttezza la conformità alle Direttive applicabili da parte del Rappresentante Legale di un’azienda.

Moltissimi altri prodotti, però, non riportano il marchio CE, perché non previsto. Ciò non significa che non debbano essere garantiti dal punto di vista della sicurezza. Infatti in Europa tutti i prodotti in ambito consumer, senza nessuna esclusione, devono rispettare la Direttiva 2001/95/CE Sicurezza generale dei prodotti, recepita in Italia tramite il “Codice del Consumo”, documento dove il marchio CE non è sempre richiesto ma a tutti gli effetti, trattandosi di Direttiva, va presa con la dovuta attenzione.

Nello specifico caso dei mobili per esterno sono presenti diverse norme. La normativa UNI EN 581 regola sedute e tavoli per esterno per adulti per utilizzo domestico, collettività e campeggio e disciplina i requisiti di sicurezza, resistenza e durabilità e i metodi di prova, senza però alcun riferimento relativo a test sui materiali. La norma UNI EN 14749, invece, specifica i requisiti di sicurezza e i metodi di prova per tutti i tipi di mobili contenitori per uso domestico.

I consigli di TÜV Italia per un acquisto sicuro:

  1. Appurare che su imballo e/o istruzioni di montaggio il prodotto sia effettivamente classificato come prodotto da esterno
  2. Verificare sempre la capacità di carico indicata nei documenti commerciali relativi al prodotto, per non sovraccaricare sedute e ripiani ( 110 Kg è il massimo peso utente in ambito sedute da esterno per uso domestico)
  3. Nel caso di mobili contenitori seguire sempre i consigli del costruttore sulle corrette modalità di carico, ricordando di sistemare sempre gli oggetti più pesanti partendo dal fondo e di fissare al muro il mobile in caso di altezza superiore ai 100 cm per evitare pericolosi ribaltamenti
  4. Un prodotto per esterno è soggetto a uno stress climatico più intenso rispetto ad uno per interni e, se realizzato in plastica, ancora di più; è quindi necessario che il materiale plastico di fabbricazione sia trattato con opportuni additivi che ne aumentino la resistenza ai raggi solari
  5. Prestare particolare attenzione all’attrattiva ludica di un prodotto per esterno, in quanto un bambino potrebbe averne facilmente accesso e utilizzarlo in modo inappropriato: in questo caso è ancora più importante considerare i requisiti di sicurezza 

“Tutti gli arredi collocati all’esterno in ambiente domestico – spiega Gianpaolo Mensa, Business Unit Manager CPS Product Service di TÜV Italia – vengono utilizzati quotidianamente sempre da un ristretto gruppo di persone e di conseguenza è importantissimo che venga verificata anche la sicurezza Chimica (Reg. REACH). Inoltre, i materiali di fabbricazione devono essere particolarmente resistenti agli agenti atmosferici, specie ai raggi UV, che accelerano l’invecchiamento di un materiale plastico. Un materiale quando scolorisce, perde non solo il colore ma anche la sua resistenza per esempio a reggere un peso.”

La plastica invecchia e per questo va trattata per rallentarne il più possibile l’invecchiamento. E quando invecchia si indebolisce, diventando meno resistente e provocando rotture, che nel caso di sedute o mobili contenitori, potrebbero essere molto pericolose.

“Non esistono – conclude Gianpaolo Mensa – test che consentono di simulare precisamente l’invecchiamento. È quindi quanto mai importante usare il buon senso, leggendo e seguendo attentamente le informazioni riportate sugli imballi e nelle istruzioni di montaggio”.

Un passaggio fondamentale ai fini della sicurezza è l’analisi del rischio di un prodotto per valutare se le informazioni di vendita e la destinazione d’uso del prodotto siano corrette. Nell’ambito della certificazione di prodotto, marchi e certificazioni di TÜV SÜD rappresentano l’approvazione da parte di un ente terzo indipendente riconosciuto a livello mondiale. Rappresentano dei segni distintivi che fungono da eccellenti strumenti di marketing, migliorando il valore del prodotto e del brand del produttore e ispirando una maggiore fiducia tra i partner commerciali e gli utenti finali.

Comunicazione a cura di TÜV Italia

TÜV ITALIA Omologazioni su Magazine Qualità

Print Friendly, PDF & Email
2021-07-14T12:34:17+01:00Luglio 14th, 2021|News|
Torna in cima