Aeroporto di Bergamo: rinnovata certificazione per prevenzione Covid-19 con TÜV SÜD

SACBO, società di gestione dell’Aeroporto di Bergamo, si è vista riconoscere da TÜV SÜD, uno dei più prestigiosi organismi di certificazione, il rinnovo del riconoscimento HYGIENE SYNOPSIS di piena e corretta applicazione delle misure di prevenzione dal rischio Covid-19 negli ambienti aeroportuali sia ad accesso ai passeggeri sia negli uffici direzionali e di scalo.

Il rinnovo della certificazione, già ottenuta nel luglio 2020, porta la data del 23 giugno 2021. Il percorso metodologico che ha condotto al riconoscimento HYGIENE SYNOPSIS si fonda sui sistemi di gestione certificati ISO 9001 (Qualità), ISO 14001 (Ambiente), ISO 45001 (Salute e sicurezza sul lavoro), ISO 27001 (Sicurezza delle informazioni) e “pone l’aeroporto ai massimi livelli nel rispetto dei protocolli Covid-19 in allineamento alle best practices dei migliori scali europei”, sottolinea SACBO in una nota.

Il percorso ha visto il coinvolgimento, oltre che delle varie direzioni aziendali, anche di rappresentanti degli stakeholders esterni quali, ad esempio, i fornitori di servizi a passeggeri e merci, i gestori di punti commerciali e tutti gli altri operatori aeroportuali. “L’organizzazione nel suo complesso ha dimostrato e dimostra un elevato livello di sviluppo dell’implementazione delle misure di prevenzione e monitoraggio dei rischi connessi al contesto pandemico da SARS COV-2, che si sono dimostrate coerenti con le disposizioni emanate in termini di efficacia pur nel rispetto dei migliori criteri di efficienza dell’infrastruttura e dei servizi aeroportuali”, si legge nel rapporto di TÜV SÜD.

Print Friendly, PDF & Email
2021-06-29T14:17:46+01:00Giugno 29th, 2021|News|
Torna in cima