(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.data-privacy-src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','https://www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-58090058-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');

UNI – PUBBLICATA LA NUOVA UNI 11763-1 INERENTE LE CASSEFORME

Il settore edile è uno degli ambiti che può vantare un largo appoggio nella normazione.

È anche il caso della norma UNI 11763-1 di recente realizzazione da parte della commissione Sicurezza.

Questo documento fornisce i requisiti generali per la progettazione, la costruzione e l’utilizzo delle casseforme verticali componibili e non, destinate alla realizzazione di attrezzature provvisionali adatte a contenere il calcestruzzo durante il getto e la maturazione, corredate da sistemi e/o strutture di stabilizzazione e/o di puntellamento di contrasto.

La cassaforma è un sistema atto a realizzare un manufatto in calcestruzzo con determinate caratteristiche di forma e qualità. La qualità del manufatto dipende anche dalle deformazioni e dalla finitura superficiale.

Al fine di conseguire le caratteristiche richieste, le prestazioni delle casseforme sono influenzate da:

  • le specifiche di progetto del manufatto

  • le modalità di costruzione del manufatto

  • le proprietà del calcestruzzo

  • le modalità di esecuzione del getto

La UNI 11763-1 non si applica a:

  • configurazioni di casseforme monouso, realizzate in cantiere, di altezza complessiva non maggiore di 1 metro

  • casseforme destinate a rimanere permanentemente nella costruzione

  • prodotti da costruzione, ai sensi della legislazione vigente

Questo documento può costituire un utile riferimento per le casseforme destinate a rimanere permanentemente nella costruzione e per i prodotti da costruzione, nella fase in cui svolgono la funzione di cassaforma. Inoltre, contiene indicazioni utili anche per la realizzazione di un manufatto avente inclinazione sulla verticale maggiore di 5°.

Al suo interno sono citati i seguenti riferimenti normativi:

  • UNI EN 206 Calcestruzzo – Specificazione, prestazione, produzione e conformità

  • UNI EN 1990 Eurocodice – Criteri generali di progettazione strutturale

  • UNI EN 1993 (tutte le parti) Eurocodice 3 – Progettazione delle strutture di acciaio

  • UNI EN 1995 (tutte le parti) Eurocodice 5 – Progettazione delle strutture di legno

  • UNI EN 1999 (tutte le parti) Eurocodice 9 – Progettazione delle strutture di alluminio

  • UNI EN 10204 Prodotti metallici – Tipi di documenti di controllo

  • UNI EN 12811-1 Attrezzature provvisionali di lavoro – Parte 1: Ponteggi – Requisiti prestazionali e progettazione generale

  • UNI EN 13374 Sistemi temporanei di protezione dei bordi – Specifica di prodotto – Metodi di prova

  • UNI EN 13670 Esecuzione di strutture di calcestruzzo

Informazioni per l’acquisto

UNI 11763-1:2019 “Attrezzature provvisionali – Casseforme – Parte 1: Casseforme verticali – Requisiti generali per la progettazione, la costruzione e l’uso”Euro 72,00 + iva (in lingua italiana)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi. L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Divisione Vendite

Tel. 0270024200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì) – Email: vendite@uni.com

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

UNI su Magazine Qualità

Print Friendly, PDF & Email
2019-11-17T20:59:31+01:00Novembre 18th, 2019|UNI - Ente Italiano di Normazione|