Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

UNI partecipa a Ecomondo

ecomondo su magazine qualitàAnche quest’anno UNI sarà presente a Ecomondo, l’evento leader in Europa per la green economy, giunto alla 25ma edizione, che intende guidare la transizione ecologica e l’economia circolare attraverso l’innovazione tecnologica e industriale.

L’appuntamento è a Rimini dall’8 all’11 novembre.

Ecomondo riunisce in un’unica piattaforma tutti i settori dell’economia circolare per favorirne lo sviluppo sostenibile, trovare soluzioni concrete per la competitività e le relazioni commerciali su scala internazionale, fornendo aggiornamenti sugli aspetti legislativi e normativi e sui nuovi mercati emergenti.

I settori chiave dell’edizione 2022 toccano la bioeconomia circolare, ossia la valorizzazione dei rifiuti organici e la bioenergia, le bonifiche di siti contaminati e la prevenzione del rischio idrogeologico, il ciclo idrico integrato e il controllo degli inquinanti, fino alla gestione integrata di rifiuti e materiali.

All’interno dell’ampio programma di conferenze, workshop e seminari, UNI organizza un ciclo di interventi coi principali partner istituzionali per illustrare il supporto della normazione alla transizione ecologica e diffondere la cultura normativa.

Questo l’elenco completo degli interventi:

Emissioni odorigene: dalle tecnologie di abbattimento alle nuove strategie di controllo

Martedì 8 novembre, 10:00-13:30

Un aggiornamento sulle norme tecniche nazionali e internazionali di settore sarà oggetto dell’intervento del Coordinatore del GL 4 “Qualità dell’aria” della CT “Ambiente”, Domenico Cipriano di RSE spa.

La misurazione della circolarità

Mercoledì 9 novembre, 10:00-13:00

La Presidente della CT “Economia Circolare”, Laura Cutaia di ENEA, presenterà le attività di normazione nazionale e internazionale e le principali novità in tema di misurazione della circolarità.

Le buone pratiche di economia circolare come motore per la circolarità: l’esperienza della piattaforma Italiana degli attori dell’economia circolare (ICESP)

Mercoledì 9 novembre, 14:30-17:30

Elena Mocchio, Responsabile Innovazione e Sviluppo UNI, interverrà sul ruolo della normazione tecnica per la transizione circolare e sul progetto Horizon 2020 Circthread (GA No. 958448), di cui UNI è partner e coordinatore dei lavori sulla standardizzazione finalizzata alla facilitazione degli scambi di flussi informativi lungo la catena del ciclo di vita dei prodotti, dei componenti, dei loro materiali, delle sostanze chimiche, e delle relative informazioni sulla circolarità, sull’ambiente, sugli aspetti sociali ed economici. Questo al fine di creare collegamenti di dati tra la catena dei prodotti, la catena del valore, la catena degli asset e le catene del ciclo di vita, sulla base di un “passaporto” di informazioni di prodotto, consentendo lo scambio delle stesse attraverso flussi di dati regolati da standard di gestione sicuri e affidabili. Il progetto prevede l’implementazione di una piattaforma di scambio dati in tre cluster dimostrativi: in Italia, Slovenia e Spagna. Lo scambio di informazioni sarà applicato all’intero ciclo di vita degli elettrodomestici (comprese lavatrici e lavastoviglie) e dei sistemi energetici domestici (come caldaie, pannelli solari, ecc.) al fine di testare sette casi d’uso della circolarità e i modelli di business associati.

La cessazione della qualifica di rifiuto, passaggio chiave nell’Economia Circolare

Giovedì 10 novembre, 10:00-13:30

L’intervento di Viviana Buscemi, Technical Project Manager UNI, verterà sul ruolo delle norme tecniche nella codifica degli “end of waste” e sul progetto Horizon 2020 Treasure (GA No. 101003587), di cui UNI è partner con l’obiettivo di supportare gli obiettivi di progetto, mappando gli standard di settore lungo il ciclo di vita dei veicoli fuori uso (ELV – End of Life Vehicles), per individuare possibili gap e adottare nella pratica il paradigma dell’economia circolare nel settore automobilistico, anche finalizzato allo sviluppo di future attività normative. Rispetto ai risultati attesi sulla raccolta di case studies di successo dell’industria automobilistica che dimostrano i benefici derivanti dall’adozione dei principi della circolarità nel settore automobilistico per smantellatori/frantumatori, riciclatori e produttori, UNI può offrire la propria esperienza in tema di standardizzazione finalizzata al recupero dei Pneumatici Fuori Uso (ELT – End of Life Tyres) per nuovi impieghi nei settori dell’edilizia, delle infrastrutture stradali, delle superfici sportive ecc.

Il Green Public Procurement (GPP) per gli appalti sostenibili

Giovedì 10 novembre, 14.00-16:30

Il tema del contributo della normazione ai CAM come strumento di co-regolamentazione a supporto della legislazione sarà oggetto di un ulteriore intervento di Viviana Buscemi, che illustrerà anche la fruttuosa collaborazione col MiTE nella redazione e revisione dei CAM.

Per il programma completo degli interventi e maggiori informazioni Clicca Qui

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

logo uni 2022 su magazine qualità

2022-11-07T09:43:54+01:00Novembre 7th, 2022|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima