Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Grammatica della mediazione: ecco il CWA!

CWA 18014 su magazine qualitàPubblicato il CWA 18014 “Mediation Grammar”: uno strumento utile di integrazione, per una società più giusta ed accogliente.

I lavori del CWA sulla Grammatica della mediazione (Mediation Grammar), avviati lo scorso settembre, sono giunti a conclusione.

Frutto del lavoro di un apposito CEN Workshop, a segreteria UNI e supportato dal Politecnico di Milano nell’ambito del progetto europeo EasyRights, il documento affronta uno dei temi più attuali, e forse più caldi, del nostro continente: l’integrazione.

Il CWA 18014:2023 che vede ora la luce (“Mediation Grammar – A testing methodology for measuring the empowerment of users of public services for migrants”) indica dei parametri di riferimento per migliorare la qualità dei servizi di accoglienza per i migranti nei servizi pubblici e conseguentemente l’integrazione delle persone nella nostra società.

In particolare i temi sui quali il documento punta l’attenzione sono l’accessibilità linguistica e l’adeguatezza informativa: parametri che stanno alla base di una piena e reale fruizione dei propri diritti. In questo quadro il CWA mira a fornire gli strumenti per misurare questi aspetti nei servizi pubblici e individuare così sia le carenze che i punti di forza.

“In Europa l’integrazione è una sfida sia culturale che strutturale“, spiega Grazia Concilio del Politecnico di Milano, coordinatrice del progetto europeo EasyRights, “che spesso evidenzia i pregiudizi radicati nel tessuto delle istituzioni pubbliche. La Grammatica della mediazione contribuisce a facilitare l’interazione con i servizi pubblici, aiutando a valutare la qualità dell’esperienza vissuta dai migranti.”

Consulta la CWA download area del sito CEN-CENELEC.

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

logo uni 2022 su magazine qualità

2023-07-19T10:57:15+01:00Luglio 19th, 2023|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima