Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

UNI ed EthicsGo siglano l’accordo per la concessione del Marchio UNI “VERIFIED CLAIM”

logo uni verified claim

Ormai le aziende riconoscono che puntare sulla sostenibilità è un elemento strategico per attrarre la fiducia dei consumatori! Osservando le pubblicità e le etichette sembrerebbe infatti che tutte le aziende e tutti i prodotti siano diventati improvvisamente sostenibili…. Ma sarà vero? E come riconoscere le dichiarazioni attendibili da quelle che lo sono meno?

Per fare chiarezza tra la marea di asserzioni, etichette e slogan che vantano le prestazioni sociali e ambientali di prodotti e servizi, l’Ente Italiano di Normazione ed EthicsGo (Istituto Internazionale Indipendente per la comunicazione responsabile e certificata) hanno siglato un accordo che prevede l’utilizzo del marchio di conformità UNI “Verified Claim” da parte di EthicsGo con l’obiettivo di garantire che asserzioni di sostenibilità e claim etici siano veritieri e verificabili sulla base di specifiche norme tecniche e prassi di riferimento pubblicate da UNI.

EthicsGo – quale organismo di valutazione della conformità (in fase di accreditamento ad ACCREDIA ai sensi della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17029) – potrà verificare e validare questi “claim etici” al fine di garantire non solo che siano veritieri ma che tengano anche conto di tutti quegli aspetti sociali e ambientali legati al tema della sostenibilità declinati all’interno dei documenti normativi e pre-normativi applicabili ai sensi dell’accordo.

Una volta realizzata l’attività di verifica, EthicsGo potrà rilasciare il Marchio UNI “Verified Claim” che i produttori potranno apporre sui propri prodotti e che aiuterà i consumatori ad orientarsi sul mercato.

Tale Marchio potrà essere concesso a claim valutati conformi a fronte di norme tecniche UNI contenenti requisiti specifici e verificabili di una particolare categoria di claim.

Tra queste vi è in particolare la specifica tecnica internazionale UNI ISO/TS 17033:2020 “Asserzioni etiche ed informazioni di supporto – Principi e requisiti” che è destinata a tutti i tipi di imprese ed è applicabile a tutti i tipi di claim etici relativi a un prodotto, processo, servizio e persino a un’organizzazione e che rappresenta un importante strumento per mettere ordine, sia a livello terminologico che procedurale, in un’area così delicata per tutte le organizzazioni e che attiene alla sfera della comunicazione e della trasparenza verso il mercato e i consumatori.

L’accordo prevede la concessione del Marchio UNI Verified Claim anche per le certificazioni svolte da EthicsGo in conformità alla prassi UNI/PdR 102:2021 “Asserzioni etiche di responsabilità per lo sviluppo sostenibile – Indirizzi applicativi alla UNI ISO/TS 17033:2020”.

“Lo scopo di questa certificazione” – spiega Giuseppe Patat, fondatore di EthicsGo – “è quello di fornire a tutte le imprese la possibilità di avvalersi di uno strumento (con un metodo riconosciuto e condiviso) che attesti l’ammissibilità, la conformità, la veridicità delle loro campagne di comunicazione garantendo, nel contempo, ai consumatori/utenti la corrispondenza tecnico-scientifica tra il contenuto dei prodotti e dei servizi offerti e quanto dichiarato e affermato nella pubblicità”.

“Si propone inoltre di garantire al mercato un sistema paritetico di concorrenza leale tra tutte le imprese che utilizzano la pubblicità e i media ogniqualvolta vorranno comunicare, asserire, dichiarare e vantare le caratteristiche distintive dei loro prodotti”. “La concessione del marchio UNI” – conclude Patat – “testimonierà e garantirà la bontà di un modello e di un metodo rigorosamente applicato sia nel processo di verifica che in quello di validazione e di cui le imprese potranno beneficiare apponendolo sulle confezioni dei loro prodotti ma anche comunicandolo su tutti media che riterranno di utilizzare”.

UNIÈ un’associazione senza scopo di lucro, i cui soci, oltre 4.000, sono imprese, liberi professionisti, associazioni, istituti scientifici e scolastici, pubbliche amministrazioni. Da 100 anni svolge attività di normazione tecnica in tutti i settori industriali, commerciali e del terziario ad esclusione di quello elettrico ed elettrotecnico. Le norme sono documenti che definiscono le caratteristiche (prestazionali, ambientali, di sicurezza, di organizzazione ecc.) di un prodotto, processo, servizio o professione, secondo lo “stato dell’arte” e sono il risultato del lavoro di decine di migliaia di esperti in Italia e nel mondo. In estrema sintesi, sono documenti che definiscono “come fare bene le cose” garantendo sicurezza, rispetto per l’ambiente e prestazioni certe. Il ruolo dell’UNI, quale Organismo nazionale italiano di normazione, è stato riconosciuto dal Decreto Legislativo 223/2017 sulla normazione tecnica. UNI partecipa, in rappresentanza dell’Italia, all’attività di normazione internazionale ISO ed europea CEN.

EthicsGO – È un Istituto Internazionale Indipendente per la comunicazione responsabile e certificata la cui mission è quella di certificare ogni forma di comunicazione ispirandosi unicamente ai princìpi di legalità, trasparenza, veridicità, scientificità ed eticità. Il processo di verifica e validazione è garantito dalla multidisciplinarietà di un  network  di competenze rappresentato da otto unità di analisi: legale, scientifica, marketing, etica, linguistica, semantico-semiotica, psicologica e sociologica e archivistico storica.

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

2021-05-12T17:15:01+01:00Maggio 12th, 2021|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima