Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Un focus sui rapporti collaborativi tra le MPMI

uni collaboration su magazine qualitàPer rendere protagoniste e preparate le micro, piccole e medie imprese MPMI attori di un mercato sempre più competitivo la normazione ha studiato degli strumenti ad hoc. È il caso della linea guida alla norma UNI 11850: la nuova UNI 11851. Un documento voluto e realizzato dalla commissione Sicurezza della società e del cittadino che vede oggi la sua pubblicazione.

Questa norma fornisce, lungo tutta la trattazione, suggerimenti per intraprendere e gestire rapporti di collaborazione in grado di creare e proteggere un valore sostenibile per tutti gli attori coinvolti, in modo da realizzare gli obiettivi comuni sfruttando le sinergie e le altre opportunità che una collaborazione tra imprese è in grado di offrire, mentre si contrastano eventuali effetti collaterali indesiderati.

Entrando nel vivo, la collaborazione nasce da un’opportunità da cogliere insieme e/o da una minaccia da cui ci si può difendere meglio in gruppo. Tale collaborazione, in quanto strategia d’impresa, comporta rischi, la cui gestione è volta ad ottenere benefici ed a contrastare eventuali minacce. A questo scopo risulta importante essere consapevoli che la gestione del rischio diventa più efficace e più efficiente attraverso la leva della collaborazione.

L’aggregazione delle imprese può essere favorita o frenata dalla presenza di fattori stimolanti o limitanti che possono interagire positivamente o negativamente, in particolare modo con i quattro elementi fondamentali perché una collaborazione possa nascere e svilupparsi:

  • un’idea generatrice
  • un’opportunità di business
  • il potenziale delle aziende di collaborare e sostenere la propensione alla collaborazione
  • una filosofia imprenditoriale integrata volta a favorire le relazioni con i partner sia all’interno sia all’esterno

Per approfondire la tematica è possibile seguire il webinar del 27 settembre p.v. “Normazione volontaria e modello di gestione collaborativa dell’attività della MPMI italiana” organizzato con Dintec e Unioncamere. Vai all’articolo per tutte le informazioni e iscriverti gratuitamente! Ti aspettiamo.

Informazioni per l’acquisto

UNI 11851 “Collaborazione d’impresa – Linee guida per instaurare e gestire rapporti collaborativi per le Micro, Piccole e Medie Imprese”

Euro 85,00 + iva (in lingua italiana)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi.

L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Clienti e Soci

Tel. 0270024200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì) –  Email: vendite@uni.com

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

logo uni 2022 su magazine qualità

2022-09-22T19:29:20+01:00Settembre 22nd, 2022|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima