TÜV Rheinland – I “turning assistant” per camion salvano vite umane

TÜV Rheinland - turning assistant su magazine qualitàEseguire manovre per girare auto e camion può rappresentare un pericolo per i ciclisti.

Da un sondaggio rappresentativo, condotto in Germania nel novembre 2018 dall’istituto di ricerca di opinione Civey a nome di TÜV Rheinland, è risultato che il 60% degli utenti della strada ritiene che i veicoli a motore rappresentino un maggior rischio per i ciclisti in fase di manovra.

Secondo il codice della strada, generalmente i ciclisti hanno la precedenza quando procedono dritto. Ma in caso di dubbio è consigliabile dare la precedenza a un camion che deve svoltare a destra prima di proseguire, considerando che i conducenti dei camion spesso non possono vedere gli altri utenti della strada nello specchietto esterno, perché questi ultimi si trovano nel cosiddetto punto cieco.

“Alcuni degli incidenti che avvengono quando i camion sono in fase di svolta potrebbero essere evitati, perché esistono già i mezzi tecnici adeguati”, afferma Massimo Bianchi, Business Stream Manager Mobility di TÜV Rheinland Italia. Un assistente elettronico in curva potrebbe prevenire oltre il 40% degli incidenti tra camion e ciclisti, come dimostrato da una ricerca condotta dalle società di assicurazione, nell’ambito di un progetto di ricerca durato diversi anni”.

La tecnologia salva-vita può essere adattata

I camion possono essere facilmente equipaggiati con i sistemi di assistenza appropriati, anche associati con un sistema di frenata di emergenza. Dal 2010 vari produttori offrono su alcuni modelli un sistema di avviso per punto cieco, al prezzo di circa 2.000 euro: tale sistema utilizza il radar per monitorare una striscia larga 3,75 metri sul lato del camion, con una lunghezza massima di quasi 19 metri.

Se il Turn Assistant rileva la presenza di un ciclista o di un pedone nel punto cieco sul lato passeggero, sul cruscotto si accende una spia gialla, invece nel caso di rischio di collisione lampeggia una luce rossa e viene emesso un segnale acustico. Alcuni cornering assistant montati in serie hanno anche una funzione di frenata di emergenza, che frena automaticamente il veicolo.

Adesivi per sensibilizzare i conducenti al pericolo

“Attualmente non esiste alcun obbligo legale relativo ai cornering assistant per i veicoli commerciali, di conseguenza accogliamo con favore qualsiasi iniziativa volontaria che aiuti a ridurre i rischi”, spiega Massimo Bianchi. In Germania TÜV Rheinland sta conducendo una campagna di informazione insieme al Guardian Traffic tedesco (Deutsche Verkehrswacht), con adesivi che informano sul punto cieco: ai camion o agli autobus vengono attaccati adesivi grandi e chiaramente visibili con la scritta “Attenzione al punto cieco”, che avvertono gli altri utenti della strada.

Comunicazione a cura di TÜV Rheinland

2019-02-18T08:30:52+01:00News|