TÜV Rheinland lancia il primo Atlante della banda larga per tutta Europa

TUV Rheinland, leader mondiale nei servizi di testing, ispezione e certificazione, lo scorso 6 giugno ha annunciato il lancio di un nuovo portale, progettato per fornire agli investitori, ai decisori politici, alle aziende e ai cittadini dell’UE una base decisionale per la pianificazione, fino a livello distrettuale, relativa alle velocità di Internet attualmente disponibili. Sviluppato per conto della Commissione europea, l’atlante della banda larga per l’Europa illustra le aree europee collegate alle maggiori velocità di Internet, quali regioni richiedono un’ulteriore espansione e dove esistono punti bianchi. Sono coperti un totale di 32 Paesi dell’UE, i membri dello Spazio economico europeo Norvegia, Islanda e Liechtenstein, oltre che la Svizzera. L’atlante della banda larga per l’Europa è disponibile su www.broadband-mapping.eu.

Gli esperti della banda larga rendono trasparenti le velocità di Internet

La mappa interattiva è stata sviluppata negli utimi tre anni da un team interdisciplinare di esperti di TÜV Rheinland: nell’ambito del progetto, il team “Banda larga e reti intelligenti” ha condotto workshop con i ministeri competenti, ha inoltre indetto conferenze con società di telecomunicazioni negli Stati membri e sta svolgendo consultazioni con i rispettivi uffici per la banda larga nei Paesi europei. Il risultato mostra una procedura uniforme per la preparazione e la visualizzazione dei dati di fornitura. Tale metodologia, nota come mappatura del servizio, raggruppa i dati raccolti negli stati membri, e permette di creare una mappa interattiva, realizzata sulla base di un database di geoinformazione. Il team di esperti è ancora in contatto con fornitori di dati pubblici e privati di tutti gli Stati membri e sta istituendo una gestione degli stakeholder su scala europea per coordinare e mobilitare tutte le informazioni e i contatti.

Visualizzazione uniforme dei dati

Durante tutto il progetto, l’accento è stato posto sulla standardizzazione della raccolta e dell’elaborazione dei dati. “L’obiettivo del progetto è ottenere una buona comparabilità dei dati”, spiega Christiane Lehmann, project manager per l’atlante della banda larga dell’UE di TÜV Rheinland. “A tal fine, abbiamo diviso i dati raccolti in diversi livelli di qualità e li abbiamo valutati e processati di conseguenza. L’atlante europeo per la banda larga è caratterizzato soprattutto dall’orientamento del suo target group“. Un punto saliente è rappresentato dai diversi portali: la visualizzazione pubblica consente il filtraggio in conformità ai metodi di raccolta dei dati. La copertura della banda larga in Paesi con metodi comparabili viene presentata a livello aggregato; se i metodi di raccolta dei dati non risultano facilmente confrontabili, i dati sono presentati a livello di Paese o di fornitore privato. Inoltre, a seconda del livello di autorizzazione, gli utenti possono accedere a una visualizzazione in modalità “esperto” o “raccolta dati”. In questo modo l’utente può esportare dati e grafici dal portale per ottenere informazioni più precise sull’espansione della banda larga locale.

Fattore di successo della rete per un’Europa sostenibile

L’Atlante della banda larga europea rientra nei programmi di lavoro “Agenda digitale per l’Europa” e “Connettività per una società gigabit europea”. Il networking è un fattore di successo decisivo per un’Europa sostenibile: lo scopo della Commissione europea è garantire che tutte le famiglie europee possano disporre di una connessione Internet fino a 100 Mbit/s entro il 2025. “L’Atlante della banda larga europea ci aiuterà a identificare più rapidamente e con precisione dove c’è necessità di investimenti regionali, e questo rende l’atlante stesso uno strumento importante per la trasformazione digitale attualmente in corso in Europa”, conclude Lehmann.

L’Atlante della banda larga europea è il mezzo di informazione centrale per l’attuale copertura della banda larga in Europa. Per maggiori informazioni: www.broadband-mapping.eu.

Trasformazione digitale e cybersecurity

Da oltre 20 anni, la Business Stream (il settore) Digital Transformation & Cybersecurity di TÜV Rheinland aiuta aziende di vari settori, agenzie governative e istituzioni pubbliche a utilizzare in modo sicuro le tecnologie innovative. Con quasi 1.000 consulenti in tutto il mondo, i nostri esperti hanno un alto livello di conoscenza del settore della trasformazione digitale e della sicurezza informatica. La nostra gamma di servizi di trasformazione digitale include soluzioni innovative nei settori degli “intelligent data”, delle infrastrutture critiche e delle soluzioni di rete. In un mondo sempre più vulnerabile di sistemi e dispositivi in rete, le nostre soluzioni di sicurezza informatica mirano a coniugare sicurezza e protezione dei dati: tra gli altri, il nostro team esegue test di cybersecurity, di sicurezza industriale e di protezione dei dati sull’Internet of Things (IoT) e sulle infrastrutture cloud. TÜV Rheinland dispone di una rete mondiale di oltre cento laboratori, che supportano i produttori con un fornitore unico di test per la sicurezza dei prodotti, la sicurezza informatica e la protezione dei dati.

Comunicazione a cura di TUV Rheinland

2019-07-29T12:44:16+01:00News|