Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Trattamento acque: il ruolo delle schede elettroniche

spillatura acqua su magazine qualitàQuello del trattamento delle acque è un settore che ha un’importanza fondamentale sotto diversi punti di vista e che negli ultimi decenni ha conosciuto una notevolissima evoluzione.

Si deve ovviamente partire dal concetto che l’uso dell’acqua per finalità alimentari è fondamentale e, avendo a che fare con la salute dei consumatori, è regolato da norme ben precise.

La distribuzione dell’acqua potabile viene effettuata attraverso diversi canali: vendita nei negozi di alimentari e supermercati, servizio nei locali pubblici (bar, ristoranti, trattorie ecc.) e distribuzione tramite gli acquedotti comunali.

Ovviamente, il requisito della potabilità è imprescindibile, ma quando parliamo di utilizzo alimentare non è l’unico fattore in gioco; l’acqua infatti deve avere anche essere gradevole o comunque non spiacevole all’assaggio. Ed è qui che entra in gioco il trattamento acque elettronico. Dato che questa espressione può non essere immediatamente comprensibile cerchiamo di capire di cosa si tratta.

Cos’è il trattamento acque elettronico?

Quando si utilizza l’espressione trattamento acque elettronico si fa riferimento a tutti quei controlli elettronici grazie ai quali è possibile gestire determinati macchinari, in particolare i sistemi per il filtraggio, la depurazione, l’addolcimento, la gassatura, la frigogassatura e l’erogazione delle acque.

Si tratta, in estrema sintesi di schede elettroniche grazie alle quali è possibile esercitare il controllo delle varie funzioni di tali sofisticati macchinari.

Schede elettroniche per il trattamento delle acque: la progettazione

I macchinari che vengono utilizzati per il trattamento delle acque vengono utilizzati sia in ambito industriale che in ambito domestico. Ne rappresentano semplici esempi i depuratori a osmosi inversa e gli addolcitori d’acqua.

A seconda dei loro impieghi, tali macchinari devono essere dotati di determinate funzioni. È quindi fondamentale che chi intende commercializzare tali dispositivi si rivolga a un’azienda specializzata nella realizzazione di controlli elettronici spiegando quali sono le funzioni ricercate. In base alle specifiche esigenze, saranno progettate apposite schede elettroniche che rappresenteranno, di fatto, il cuore operativo del macchinario.

Come facilmente si può intuire, la progettazione e la successiva realizzazione di queste schede elettroniche sono processi delicati e sofisticati e richiedono competenze non comuni ed è quindi necessario collaborare con partner affidabili. Una volta progettate le schede ed effettuati i relativi controlli sui campioni realizzati, si potrà passare alla fase produttiva vera e propria.

Trattamento delle acque: depuratori e addolcitori

Abbiamo citato in precedenza i depuratori a osmosi inversa e gli addolcitori d’acqua. I primi sono apparecchi che, grazie alla presenza di una membrana semipermeabile, rimuovono dall’acqua gran parte delle impurità, mentre gli addolcitori sono dispositivi che, come si può intuire dal nome, servono a trattare le acque particolarmente ricche di sali di calcio e di magnesio; grazie a tali macchinari si impediscono eccessivi depositi calcarei che, come noto, danneggiano tubature ed elettrodomestici rendendo anche poco piacevole il sapore dell’acqua.

Altri dispositivi

Altri dispositivi utilizzati per il trattamento delle acque sono gli impianti di microfiltrazione; grazie al loro utilizzo si riesce a ottenere un’acqua priva di contaminazioni batteriche (batteriologicamente pura); non vengono invece rimossi i sali minerali; il residuo fisso quindi rimane sostanzialmente identico.

Altri macchinari per il trattamento delle acque gestiti da schede elettroniche sono i frigogassatori, impianti con i quali è possibile purificare, gassare e raffreddare le acque. Questi apparecchi vengono utilizzati sia in ambito domestico che nei ristoranti o nelle grandi aziende. Esistono poi anche semplici gassatori che servono a rendere frizzante l’acqua che proviene dai rubinetti; anche in questo caso esistono apparecchi per usi domestici e altri per usi industriali.

2024-05-10T08:07:19+01:00Maggio 10th, 2024|News|
Torna in cima