Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Strutture di acciaio e alluminio: pubblicata la UNI EN 1090-5

In ambito edile la normazione – si sa – fornisce il suo ampio supporto. È anche questo il caso del recente recepimento, in lingua italiana e inglese,  da parte della commissione Ingegneria strutturale della EN 1090-5.

Questo documento specifica i requisiti per l’esecuzione, cioè la fabbricazione e l’installazione, di componenti strutturali di alluminio formati a freddo realizzati con lamiera profilata per applicazioni su tetti, soffitti, pavimenti e pareti in condizioni di carico prevalentemente statico o di carico sismico e la loro documentazione. Non tratta i prodotti delle classi strutturali I e II che trovano riferimento nella EN 1999-1-4 utilizzati nelle strutture.

Per elementi strutturali s’intende lamiera profilata, come profili trapezoidali, sinusoidali, profili a cassetta o profilature con sistema a cassette, che sono prodotti mediante formatura a freddo. È inclusa anche la lamiera perforata e microprofilata.

Le sezioni saldate invece sono escluse e sono trattate dalla EN 1090-3 ad eccezione della saldatura di tenuta nelle aree a bassa sollecitazione.

La UNI EN 1090-5 tratta, inoltre, le costruzioni di distanziatori tra la pelle esterna e interna o superiore e inferiore nonché gli elementi di appoggio di tetti, pareti e soffitti realizzati con lamiera profilata formata a freddo e i collegamenti e attacchi dei suddetti elementi purché tutti partecipino al trasferimento del carico, compresi i collegamenti e attacchi di tali elementi.

Sono ammesse le combinazioni di elementi strutturali di acciaio e alluminio, per esempio profili a cassetta realizzati in acciaio, irrigiditi mediante profili realizzati in alluminio. In questo caso si applica la EN 1090 parte 4 e 5.

Gli elementi strutturali compositi in cui le interazioni tra materiali dissimili sono parte integrante del comportamento strutturale, come i pannelli sandwich e i pavimenti compositi, non sono trattati dalla norma.

Per fare qualche esempio le strutture trattate dalla norma possono essere:

  • tetti a uno o più strati, in cui la struttura portante (pelle inferiore) così come la copertura effettiva del tetto (pelle superiore) o entrambe sono composte da elementi strutturali
  • pareti a uno o più strati, in cui la struttura portante (pelle interna) così come il pannello di tamponamento effettivo (pelle esterna) o entrambi sono costituiti da elementi strutturali
  • soffitti sospesi per arredamento interno

Informazioni per l’acquisto

UNI EN 1090-5:2017 “Esecuzione di strutture di acciaio e di alluminio – Parte 5: Requisiti tecnici per elementi strutturali di alluminio formati a freddo e strutture di alluminio formate a freddo per applicazioni su tetti, soffitti, pavimenti e pareti”

Euro 75,00 + iva (in lingua inglese) – Euro 98,00 + iva (in lingua italiana)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi. L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Divisione Vendite

Tel. 0270024200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì) –Email: vendite@uni.com

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

UNI su Magazine Qualità

2020-08-23T08:16:16+01:00Agosto 24th, 2020|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima