Sette nuovi progetti di norma UNI sono sottoposti all’inchiesta pubblica finale

UNI su Magazine Qualità

La scadenza dell’inchiesta è prevista per il 7 dicembre 2020

L’inchiesta pubblica finale è un passaggio durante il quale i testi dei progetti vengono messi a disposizione di tutti gli operatori al fine di raccogliere i commenti e ottenere il consenso più allargato possibile prima della pubblicazione come norma UNI (vedi box in fondo alla pagina).

Eccoli in breve.

  • La Commissione “Gestione per la qualità e metodi statistici” propone il progetto UNI1606887 che definisce i requisiti relativi alle attività professionali delle figure operanti nell’ambito della disciplina della gestione dell’innovazione. Nello specifico: Tecnico dell’innovazione (Innovation Technician), Specialista dell’innovazione (Innovation Specialist), Manager dell’innovazione (Innovation Manager). Tali requisiti – di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità – sono specificati in coerenza con il Quadro Nazionale delle Qualificazioni (QNQ).
  • Sempre in tema di professioni, il progetto di norma UNI1603735 di interesse della Commissione “Responsabilità sociale delle organizzazioni” definisce i requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità dei Profili professionali della funzione Risorse Umane delle organizzazioni, sempre in coerenza con il QNQ. Il documento costituisce la trasformazione in norma della Prassi di Riferimento UNI/PdR 17:2016.
  • I progetti UNI1605974 e UNI1607821 della Commissione “Sicurezza” riguardano i requisiti, i metodi di prova e le condizioni di utilizzo delle reti di sicurezza di piccole dimensioni con fune sul bordo. Le reti di sicurezza sono utilizzate come dispositivi per raccogliere e/o impedire la caduta di un lavoratore nelle zone in cui ci sia il rischio di cadere dall’alto.
  • La Commissione “Agroalimentare” propone 2 progetti che stabiliscono le caratteristiche e i metodi di analisi di oli per uso alimentare. UNI1608294 riguarda l’olio di soia raffinato ottenuto dai semi di Glycine max (L.) Merr. (sostituisce UNI 22067:2018). UNI1608296 riguarda l’olio di colza raffinato ottenuto dai semi di Brassica (Brassica napus L., Brassica campestris L., Brassica rapa L., Brassica juncea L., Brassica tournefortii Gouan) a basso contenuto di erucico (sostituisce UNI 22063:2019).
  • Il progetto UNI1608396  della Commissione “Trasporti interni”, futura specifica tecnica, definisce i requisiti di sicurezza e di verifica per la movimentazione di carichi sospesi con carrelli semoventi controbilanciati e retrattili, con guidatore a bordo e portata fino a 10.000 kg.

Se siete interessati a saperne di più potete trovare ulteriori informazioni sul nostro sito internet cliccando qui!

Si ricorda che fino al 7 dicembre è possibile scaricare liberamente i testi dei progetti e inviare i vostri commenti tramite la nostra banca dati online.

FOCUS: cos’è l’inchiesta pubblica preliminare – L’esigenza di trasparenza del processo di normazione tecnica volontaria si evidenzia in un passaggio fondamentale: l’inchiesta pubblica preliminare. Infatti, solo vagliando preventivamente le concrete esigenze del mercato è possibile avviare in maniera utile ed efficace i lavori di normazione; perché lo sviluppo di una norma deve aver luogo solo di fronte a un reale beneficio e individuando tutti i soggetti significativi degli interessi in gioco, in modo che ci sia una “rappresentanza adeguata”. La banca dati dell’inchiesta pubblica preliminare dei progetti di norma UNI fornisce i riferimenti generali del progetto (titolo, scopo/sommario, giustificazioni, benefici attesi) così da informare tempestivamente il pubblico circa l’intenzione di avviare lavori di normazione in determinati settori o su specifici temi. La banca dati contiene anche i riferimenti dei progetti la cui inchiesta è già scaduta: questo per fornire agli utenti un’informazione più completa sulle attività di normazione che UNI ha proposto o avviato nel corso del tempo. Questo servizio di informazione offre inoltre la possibilità, per i progetti di norma nazionale, di inviare commenti e di dichiarare il proprio interesse alla partecipazione ai lavori di normazione, mentre per i progetti di adozione di norme ISO e di rapporti o specifiche tecniche CEN (CEN/TR, CEN/TS) offre la possibilità di segnalare se i documenti già emanati da CEN o ISO, di cui si propone l’adozione, possono rispondere, da un punto di vista tecnico, alle esigenze nazionali.

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

UNI su Magazine Qualità

2020-10-23T13:40:49+01:00Ottobre 23rd, 2020|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima