Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Sei progetti sottoposti in queste settimane a inchiesta pubblica finale con scadenza 13 maggio

Protettivi antincendio, ascensori elettrici e idraulici e operatori scientifici subacquei. Attendiamo i vostri commenti!

UNI Inchiesta pubblica Finale su Magazine Qualità

Iniziamo con la commissione UNI/CT 011 Comportamento all’incendio e il progetto UNI1612970 “Valutazione dello stato di degrado dei prodotti e sistemi per la protezione passiva all’incendio di elementi portanti delle opere di costruzione soggette ai controlli di prevenzione incendi”.

Questo documento stabilisce le modalità di controllo di protettivi antincendio applicati a protezione di strutture portanti atti a verificare il loro stato di degrado, in funzione di alcune determinate caratteristiche proxy. Il metodo si applica a qualunque sistema protettivo antincendio (prodotti reattivi, intonaci spruzzati, lastre o materassini) applicati sia in aderenza sia distanziati (come nel caso di controsoffitti), purché in presenza di una specifica di progetto prevista nel progetto antincendio, redatta in funzione degli elementi costruttivi da proteggere e del grado di resistenza al fuoco richiesto.

Passiamo alla commissione UNI/CT 019 Impianti di ascensori, montacarichi, scale mobili e apparecchi similari che pone in inchiesta ben quattro progetti.

Vediamo il dettaglio qui di seguito.

Il primo, UNI1610781, “Modifiche agli impianti esistenti di ascensori, montacarichi, scale mobili e apparecchi similari – Parte 11: Ascensori elettrici conformi alla Direttiva Ascensori” specifica i requisiti per la modifica o la sostituzione di parti di ascensori elettrici a frizione conformi alla direttiva ascensori. Tratta le modifiche che più frequentemente sono effettuate sugli ascensori e non tratta quelle che comportano una variazione delle misure di protezione contro l’incendio.

Il secondo, UNI1610782, “Modifiche agli impianti esistenti di ascensori, montacarichi, scale mobili e apparecchi similari – Parte 12: Ascensori idraulici conformi alla Direttiva Ascensori” si differenzia dal precedente perché tratta gli ascensori idraulici. Rispetto all’edizione precedente, il testo tiene conto anche dell’inclusione o rivisitazione delle proposte derivanti da richieste di chiarimenti.

Il terzo, UNI1612569, s’intitola “Modifiche agli impianti esistenti di ascensori, montacarichi, scale mobili e apparecchi similari – Parte 1: Ascensori elettrici non conformi alla Direttiva Ascensori”. Tratta i requisiti per la modifica o la sostituzione, di parti di ascensori elettrici a frizione non conformi alla Direttiva 95/16/CE né alla Direttiva 2014/33/UE, in conformità alla legislazione vigente. Si occupa inoltre delle modifiche che più frequentemente sono effettuate sugli ascensori e non tratta quelle che comportano una variazione delle misure di protezione contro l’incendio.

Il quarto, UNI1612570, ha per titolo “Modifiche agli impianti esistenti di ascensori, montacarichi, scale mobili e apparecchi similari – Parte 2: Ascensori idraulici non conformi alla Direttiva Ascensori”. Il documento specifica i requisiti per la modifica o la sostituzione, di parti di ascensori idraulici non conformi alla Direttiva 95/16/CE né alla Direttiva 2014/33/UE, in conformità alla legislazione vigente.

Concludiamo con la commissione UNI/CT 042 Sicurezza che volge la sua attenzione al progetto UNI1610967 “Sicurezza e tutela della salute nelle attività lavorative scientifiche subacquee – Parte 2: Requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità delle figure professionali”.

Questo documento definisce i requisiti e i percorsi formativi relativi all’attività professionale degli Operatori Scientifici Subacquei e loro assistenti di superficie.

Data di scadenza dell’inchiesta pubblica finale: 13 maggio

L’inchiesta pubblica finale serve a raccogliere i commenti degli operatori e a ottenere il consenso più allargato possibile prima che il progetto diventi una norma, soprattutto da parte di chi non ha potuto partecipare alla prima fase di elaborazione normativa.

Per questo il tuo parere è importante: aspettiamo i tuoi commenti

Vai alla banca dati

Scopri come partecipare alle attività di normazione

Vai alla sezione Associazione

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

logo uni 2022 su magazine qualità

2024-03-18T14:26:31+01:00Marzo 18th, 2024|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima