Scienze forensi: pubblicate due nuove norme

scienze forensi uni su magazine qualiitàUn aiuto dalla normazione in ambito scienze forensi. Lo sviluppo di norme internazionali per la scienza forense è importante per migliorare l’affidabilità, la trasparenza e la fiducia nelle prove forensi.

Le norme armonizzano le pratiche di lavoro per facilitare le strutture forensi di diversi paesi a lavorare in modo collaborativo in risposta alle indagini transfrontaliere.

Inoltre, consentono alle strutture di diversi paesi di darsi supporto l’un l’altro nel caso di un evento catastrofico che esaurisca le capacità di un paese. Le norme facilitano anche lo scambio di risultati forensi, informazioni e intelligence, compresa la condivisione di database, con il fine di assicurare che i servizi forensi siano adeguati allo scopo.

È recente il recepimento da parte della commissione Sicurezza della società e del cittadino di due nuove norme la EN ISO 21043 parti 1 e 2.

Vediamole qui di seguito.

La prima parte della UNI EN ISO 21043 definisce i termini utilizzati nella serie di norme ISO 21043. Il documento fornisce quindi un vocabolario che normalizza l’uso e il significato dei termini associati alle scienze forensi. Tali termini sono tratti dai termini di riferimento utilizzati nelle procedure, come contenuti nelle norme forensi fondamentali sviluppate fino ad oggi. Le norme specifiche di una disciplina includono il loro vocabolario specifico.

La seconda parte della UNI EN ISO 21043 specifica i requisiti necessari per il processo forense per il riconoscimento, registrazione, raccolta, trasporto e conservazione delle prove di potenziale valore forense. Essa include i requisiti per la valutazione e l’esame delle scene ma è anche applicabile alle attività che si svolgono all’interno della struttura. Questo documento include anche i requisiti di qualità.

Il documento non è applicabile alle procedure per il recupero di dati da supporti di memorizzazione digitale che sono coperte dalla norma ISO/IEC 27037. Tuttavia, il supporto di memorizzazione stesso può produrre ulteriori prove di valore forense (per esempio, impronte digitali o DNA).

La norma stabilisce i requisiti volti a salvaguardare l’affidabilità dei risultati prodotti dalle procedure forensi. Include le misure di protezione dei reperti durante il processo di riconoscimento, registrazione, raccolta, trasporto e conservazione, che si applicano durante tutta la procedura forense, sia sul campo che nella struttura. I requisiti sono concepiti per proteggere i reperti da perdite, degradazione, contaminazione e per minimizzare l’impatto negativo della manipolazione o dell’imballaggio sul processo a valle.

Informazioni per l’acquisto

UNI EN ISO 21043-1:2019 “Scienze forensi – Parte 1: Termini e definizioni”

Euro 35,00 + iva (in lingua inglese) – Euro 46,00 + iva (in lingua italiana)

UNI EN ISO 21043-2:2020 “Scienze forensi – Parte 2: Riconoscimento, registrazione, raccolta, trasporto e conservazione di prove”

Euro 35,00 + iva (in lingua inglese) – Euro 46,00 + iva (in lingua italiana)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi. L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Clienti e Soci

Tel. 0270024200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì) – Email: vendite@uni.com

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

2021-02-02T09:43:19+01:00Febbraio 2nd, 2021|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima