PRADER BANK ha ottenuto il certificato di «neutralità climatica»

PRADER BANK su Magazine QualitàPRADER BANK è climaticamente neutrale, così come attestato in questi giorni dall’ottenimento del certificato rilasciato dalla piattaforma climatica “Turn to zero”.

“Come imprenditore, sono convinto che la neutralità climatica sia un passo importante per un credibile e specifico contributo alla sostenibilità del futuro, al di là dell’area degli investimenti. In questo siamo precursori di temi e di soluzioni. Assieme ai nostri clienti e partner creiamo una positiva influenza, sia per la crescita del territorio sia per le realtà che ne fanno parte“ afferma Josef Prader, Fondatore di PRADER BANK.

“È un dovere inderogabile garantire che le generazioni future dispongano delle risorse di cui avranno bisogno per soddisfare le proprie necessità” continua Josef Prader.

“Sostenibile è un valore fondamentale, sin dalla fondazione di PRADER BANK.” I Principi delle Nazioni Unite, per il settore bancario responsabile, hanno poi accelerato la necessità di adeguarsi alle normative internazionali di sostenibilità, in particolare ai principi che si riferiscono agli standard ESG (ambiente, affari sociali e corporate governance). Per noi è stato un passo dovuto.

La strategia di sostenibilità sviluppata dalla Banca, che naturalmente si richiama ai suddetti Principi delle Nazioni Unite, ha definito dei parametri in materia di governance, l’impatto delle misure interne ed esterne, la relazione con i clienti, partner e dipendenti, nonché le specifiche per la rendicontazione trasparente, il tutto utile a raggiungere gli obiettivi di sostenibilità. Oggi la “neutralità climatica” è il perno su cui maturano tutte le misure di sostenibilità nel contesto di business della Banca.

Anche il processo di consulenza con certificazione di qualità ISO 9001, indipendente e trasparente in termini di costi, senza conflitti di interesse, è una componente imprescindibile della strategia di sostenibilità. Già da anni la banca offre un’ampia gamma di strumenti finanziari sostenibili e ha sviluppato, assieme a esperti, uno specifico rating ESG prodotto sulla base di paper scientifici. Attualmente, oltre il 20% degli Assets di riferimento della banca è collocato nell’area della sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

Anche la creazione di circuiti regionali come il “Fondo Euregio Minibiond” o il concetto di un “ALTO ADIGE bond”, sviluppato durante la pandemia, sono esempi significativi del nostro impegno per rafforzare l’economia locale.

“La nostra strategia di sostenibilità è orientata affinché venga messo in moto un vero processo di cambiamento. Andiamo volutamente oltre l’area degli investimenti. I nostri principi e le misure sono caratterizzati da un approccio di tipo olistico e hanno l’obiettivo di garantire prosperità locale, soprattutto per il futuro”, ha concluso Josef Prader.

2021-10-06T14:08:49+01:00Ottobre 6th, 2021|News|
Torna in cima