Mystery Walker: Il Cammino Materano

Qualche informazione sul Cammino Materano

Tra Bari e Matera vi è un percorso tutto da scoprire che parte dalla Basilica di San Nicola di Bari, luogo simbolo del pellegrinaggio in Puglia, e attraverso l’antico territorio della Peucezia fino a Matera, in Basilicata.

Si chiama la via Peuceta ed è parte del Cammino Materano, dove passa da vere e proprie foreste di ulivi sulla costa alle distese di steppe dell’altopiano murgiano, dai boschi di conifere e querceti, fino alle incisioni carsiche che costituiscono l’incantevole scenario rupestre in cui sorgono Gravina di Puglia e Matera.

Sono 170 km di percorso con un ricco patrimonio culturale composto da incantevoli borghi, masserie, trulli, chiese caratteristiche e muretti a secco.

Perché la scelta di questo cammino?

Valerio (Mystery Walker): Abbiamo scelto e percorso questo cammino perché aveva le caratteristiche che normalmente identifichiamo per la scelta del nostro Progetto Cammini: era poco noto, in un territorio da scoprire, origine e destinazione del cammino (Bari e Matera) luoghi da scoprire, ed era relativamente breve. Inoltre aveva ed ha un ottimo sito completo ed esaustivo.

L’equipaggiamento per mettersi in cammino

Chi si mette in cammino per la prima volta di solito si preoccupa di come essere equipaggiato e cosa poter portare con sé. Cosa mettere nello zaino e quanti chilometri percorrere sono due delle domande ricorrenti. Qui i consigli di chi è più esperto possono essere d’aiuto.

Valerio (Mystery Walker): Uno dei capisaldi del camminatore con esperienza è quello di predisporre lo zaino e poi togliere qualcosa. E’ consigliato che il peso non sia superiore al 10% del proprio peso. Entrate nella logica che ad ogni tappa farete il bucato, quindi ciò che serve è veramente poco, 2-3 magliette, 1 paio di pantaloni di ricambi, 2-3 cambi di intimo.

Non cimentatevi con scarponi o attrezzatura nuova, ma possibilmente già rodata sul campo.

Portatevi una borraccia con cannuccia per poter bere lungo il percorso e bevete a volontà anche senza avere sintomi di sete.

La lunghezza delle tappe dipende anche dal Cammino scelto, indicativamente tappe da max 20-25 KM, oltre la fatica è maggiore del piacere del camminare, studiate il percorso per capire se passerete da paesi con punti di ristoro e usateli.

L’Associazione Mystery Auditing Italia nell’ambito del progetto Cammini misura proprio alcuni dei parametri oggettivi che possano essere d’aiuto per chi si mette in cammino, grazie ad una serie di indicatori qualitativi che vengono rilevati durante la visita in incognito. Gli organizzatori del cammino non sanno nulla, infatti il Mystery Auditor si rivelerà solo a cammino terminato, quando avrà chiaro il risultato. Un risultato che viene condiviso solo ed esclusivamente con gli organizzatori.

Valerio (Mystery Walker): Sono circa 70 gli indicatori che andiamo a monitorare come Associazione Mystery Auditing Italia ve ne sono alcuni relativi proprio ai servizi offerti sia relativi ai negozi ed enti locali (Fornisce i chiarimenti o consigli richiesti sul percorso, è consapevole della esistenza del cammino) sia all’ospitalità in sé con la verifica della pulizia degli ambienti, consigli sulla ristorazione e la cortesia nella gestione della relazione.

I cammini Italiani, un interesse riscoperto

L’Italia è terra di cammini molti dei quali ancora non mappati dalle guide turistiche o non valorizzati adeguatamente. E’ il caso di dire che siamo solo all’inizio di un “cammino sui cammini”.

Se n’è accorto anche il governo italiano che dal 2017 ha creato l’Atlante dei Cammini online sul sito del ministero dei Beni culturali (www.camminiditalia.beniculturali.it) dove per ora sono censiti solo 46 cammini. Solo perché sembra che i cammini ne siano molti di più, a guardare le varie fonti che cercano di mappare e censire i vari cammini da nord a sud…isole comprese.

Valerio (Mystery Walker): In questo ambito, piacevolmente il fenomeno è letteralmente esploso e nel periodo 2018-2021 ne sono nati ancora molti nuovi, non credo vi sia regione che ne sia sprovvista e/o attraversata.

Andiamo dai percorsi definiti Rotta Culturale Europea (Francigena e Rome Germanica) ai piccoli cammini (tipo il Cammino di Oropa) ideali per neofiti, andiamo da Cammini meta di pellegrinaggio a Cammini meta di viandanza (Italia coast to coast, Rotta dei due Mari), ai Cammini neo nati ma già famosi come il Cammino del Salento a Cammino la cui percorrenza è cresciuta in modo esponenziale (Via degli Dei).

L’offerta è veramente senza eguali e nulla ha da invidiare al famoso Cammino di Santiago con il vantaggio di conoscere luoghi e borghi di un’Italia veramente unica.

Cosa ha valutato il Mystery Auditor

Torniamo ai KM percorsi sulla via Peuceta ed è parte del Cammino Materano Un’esperienza da fare in autunno o in primavera se volete, ma in generale buono per ogni stagione.

Chiediamo a questo punto a Valerio com’è andata?

Valerio (Mystery Walker): E’ stata una piacevole scoperta, pur effettuato in Novembre ha regalato giornate e clima molto favorevole, ha colpito la peculiarità di ogni tappa, si passa dal camminare tra gli ulivi al camminare tra boschi a percorrere una “steppa”, molto incantevoli i borghi attraversati (Gravina di Puglia)

Il percorso è molto ben segnato ed è ottima l’organizzazione del referente per ogni tappa, gli enti locali sono consapevoli del Cammino e l’espediente di far timbrare la credenziale in alcuni bar risolve la problematica degli eventuali infopoint chiusi.

Le tracce GPS sono coerenti e molto coerenti sono le indicazioni della guida rispetto a quanto riscontrato. E’ un cammino sicuro, e percorribile anche da donne sole, anche se è consigliata la percorrenza in coppia per qualche tappa che oggettivamente è un po’ isolata (bosco Gravina grande) ottima la copertura GSM sul percorso, la media degli animali in libertà (Cani) è però più elevata che in altri cammini/percorsi anche se si tratta di animali docili.

Molto bello l’arrivo a Matera dove è previsto il rilascio del testimonium al termine del percorso anche se non percorrete la rotta per motivi religiosi.

Sicuramente un cammino da consigliare, va detto che ad oggi il Cammino ha raggiunto una notevole visibilità e percorrenza con un numero importante di camminatori.

 Comunicazione a cura di Associazione Mystery Auditing Italia

2021-07-29T11:11:17+01:00Agosto 9th, 2021|Mystery Auditing|
Torna in cima