MELA VAL VENOSTA: INNOVAZIONE E QUALITÀ

Il futuro è nell’innovazione varietale e nella costante ricerca della qualità

“In questi ultimi anni Mela Val Venosta sta investendo molto sul lato della sperimentazione e dell’introduzione di nuove varietà – spiega Josef Wielander, Direttore Generale di VI.P: tutto nasce dal fatto che il nostro consumatore sta cambiando, i suoi gusti si evolvono e noi cerchiamo di offrirgli quello che cerca. Esiste un consumatore “tradizionale”, di età adulta, perlopiù italiano e iberico che predilige una mela “classica”, tra cui in primis la nostra Golden. Ma si profilano anche nuovi consumatori, giovani, esplorativi, che appartengono anche ai nuovi mercati a cui ci stiamo affacciando in Asia e Medio Oriente, che ricercano un’esperienza gustativa più complessa rispetto al passato. Ecco allora che le nuove varietà come Ambrosia™, Envy™, Kanzi® e Yello™ hanno tutte le carte in regola per trovare importanti spazi commerciali.”

Mela Val Venosta, in una parola, si sta “modernizzando” o meglio evolvendo nell’assortimento varietale, e grazie ai costanti e continui contatti con centri sperimentali di tutto il mondo – insieme al nostro consorzio varietale “SK Südtirol” – lavoriamo per individuare quali varietà andranno incontro alle esigenze gustative dei nuovi consumatori, ma non solo: la sfida si gioca anche a livello climatico e di territorio. “Noi cerchiamo nuove varietà che possano essere coltivate nella nostra valle, tra i 500 e i 1000 metri di altitudine e che siano resistenti alla maggior parte delle più comuni malattie della pianta. Questo perché Mela Val Venosta punta su una innovazione varietale sostenibile: l’auspicio, infatti, è quello di continuare a crescere dal lato della produzione, minimizzando l’utilizzo di sostanze di sintesi e rispettando le risorse naturali, preservando la nostra incredibile Valle” precisa Wielander.

Gusto, estetica, sostenibilità produttiva sono elementi determinanti per il rinnovamento varietale, ma senza prescindere dalla qualità che per Mela Val Venosta è parte distintiva di tutta la filiera: entro il 2019, cinque delle sei cooperative VI.P saranno dotate di magazzini automatici con un alto livello di tecnologico di automazione dei processi. “Ciò significa – conclude Wielander – che saremo un’azienda all’avanguardia in Europa e non solo, in grado di offrire una qualità di prodotto eccezionale, perché garantita in ogni fase di filiera e rispettosa dell’ambiente, capace di arrivare al Cliente con prodotti senza eguali.”

Guarda il video

2018-02-11T10:49:50+01:00Febbraio 11th, 2018|Alimentari|
Torna in cima