Mangimi: metodi di campionamento e analisi – pubblicate le UNI EN 17270 e UNI EN 17294

L’analisi dei mangimi per animali è un’attività fondamentale e necessaria per tutelare la salute non solo dei capi di allevamento ma anche degli individui.

Il mangime è una qualsiasi sostanza o prodotto trasformato, parzialmente trasformato o non, destinato alla nutrizione animale. Se questo prodotto viene in qualche modo contaminato si può incorrere in gravi danni salutari. Ecco perché anche la normazione mantiene alta l’attenzione verso questo tema.

È infatti la commissione Agroalimentare che si è occupata del recente recepimento anche in lingua italiana delle EN 17270 e EN 17294.

Vediamole qui di seguito

Il primo documento – la UNI EN 17270 – specifica un metodo di prova per la determinazione del contenuto di teobromina nei mangimi o nei mangimi composti mediante cromatografia liquida con rilevazione UV nell’intervallo di prova compreso tra 27 a 307 mg / kg.

Il metodo è stato validato completamente utilizzando mangimi composti complementari per cani adulti e mangimi composti complementari per cavalli.

È considerato applicabile anche per la determinazione di teobromina in cioccolato da pasticceria utilizzando sistemi HPLC-UV oppure LC-MS/MS. L’intervallo di lavoro può essere esteso purché quest’ultimo sia validato. È responsabilità dell’utilizzatore del protocollo stabilire le pratiche di salute e sicurezza appropriate e determinare la compatibilità con le restrizioni regolamentari prima dell’utilizzo.

Il secondo documento – UNI EN 17294 – specifica un metodo per la determinazione degli acidi organici nei mangimi per animali mediante cromatografia ionica con rilevamento della conduttività (IC-CD).

Il metodo è destinato ad essere utilizzato per la determinazione di acido formico, acido lattico, acido propionico, acido citrico, acido fumarico e acido malico come sostanze attive in additivi per mangimi, premiscele, materie prime per mangimi, mangimi composti e acqua e per acido acetico, in maniera limitata, nelle stesse matrici. Determina la concentrazione estraibile totale degli acidi organici summenzionati e dei loro sali.

Il metodo è stato sottoposto a prova con successo in uno studio interlaboratorio in concentrazioni tra lo 0,02% e il 27% degli acidi organici sopra indicati. Tali acidi organici e i loro sali sono additivi per mangimi che rivestono un ruolo importante nell’alimentazione animale migliorando la prestazione dei capi e diminuendo lo sviluppo di microrganismi (patogeni) nell’intestino, specialmente nella produzione di suini.

In base alla legislazione sui mangimi, le sostanze possono essere utilizzate per scopi diversi a seconda delle loro funzioni e caratteristiche.

Informazioni per l’acquisto

UNI EN 17270:2019 “Mangimi per animali: Metodi di campionamento e analisi – Determinazione della teobromina nelle materie prime per mangimi e nei mangimi composti, compresi gli ingredienti derivati dal cacao, mediante cromatografia liquida”

Euro 55,00 + iva (in lingua inglese) – Euro 55,00 + iva (in lingua italiana)

UNI EN 17294:2019 “Mangimi per animali – Metodi di campionamento e analisi – Determinazione degli acidi organici mediante cromatografia ionica con rilevamento della conduttività (IC-CD)”

Euro 55,00 + iva (in lingua inglese) – Euro 72,00 + iva (in lingua italiana)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi.

L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Divisione Vendite

Tel. 0270024200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì) –Email: vendite@uni.com

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

UNI su Magazine Qualità

 

2020-11-11T15:26:29+01:00Novembre 11th, 2020|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima