Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Linee guida per scrivere “chiaro”: pubblicata la norma UNI ISO 24495 parte 1

scrivere uni su magazine qualitàIl documento tratta i principi e le linee guida per un linguaggio chiaro.

Vediamo tutti i dettagli…

Torniamo a parlare di linguaggio e nello specifico di come scrivere chiaramente possa essere davvero un valore aggiunto per tutti i tipi di comunicazione.

La normazione che già ha affrontato l’argomento propone grazie alla commissione Documentazione e informazione un nuovo documento da poco adottato; si tratta delle ISO 24495 parte 1.

Questa norma definisce i principi e le linee guida per redigere testi chiari. Le linee guida spiegano come interpretare e applicare i principi.

È rivolta a chiunque crea o aiuta a creare testi. Nel senso più ampio, è per testi diretti a un pubblico generale. Tuttavia, si può applicare, per esempio, alla scrittura tecnica, alla redazione di testi legislativi o per usare lingue controllate.

Si può applicare alla maggior parte, se non tutte, le lingue scritte, ma fornisce esempi solo in inglese.

Il linguaggio chiaro è una forma di comunicazione che mette i lettori al primo posto.

Tiene in considerazione:

  • cosa i lettori vogliono e hanno bisogno di sapere
  • il livello di interesse, di competenza, di alfabetizzazione dei lettori
  • il contesto nel quale i lettori useranno il documento

II linguaggio chiaro consente ai lettori di trovare, comprendere e usare ciò di cui hanno bisogno. Per questo motivo, si concentra su quanto i lettori possano usare un documento in modo efficace invece che su misurazioni statistiche come le formule di leggibilità.

Studi approfonditi hanno dimostrato che scrivere in linguaggio chiaro fa risparmiare tempo o denaro, o entrambi, ai lettori e alle organizzazioni. Inoltre, è più efficace e produce risultati migliori oltre al fatto che i lettori lo preferiscono. Per le organizzazioni, il linguaggio chiaro è un mezzo importante per costruire un rapporto di fiducia con i lettori. infine, ii processo di traduzione è più efficiente per i documenti rispetto a documenti difficili da comprendere.

Questo documento, dunque, aiuterà gli autori a elaborare materiali che comunichino efficacemente con i loro lettori. Come anticipato sopra, si applica alla maggior parte delle lingue scritte e riflette le ricerche più recenti e l’esperienza degli esperti.

È importante segnalare che il linguaggio chiaro non va confuso con quello facile: il primo può essere usato per un pubblico generale, mentre il linguaggio facile è usato per persone che hanno difficolta di comprensione della lettura. Queste difficolta possono essere causate da condizioni di salute, dal non conoscere bene una lingua o da altri motivi.

Informazioni per l’acquisto

UNI ISO 24495-1:2024 “Linguaggio chiaro – Parte 1: Principi e linee guida”

Formato cartaceo: Euro 65,00 + iva (in lingua italiana) – Euro 60,00 + iva (in lingua italiana)

Formato PDF: Euro 60,00 + iva (in lingua italiana) – Euro 40,00 + iva (in lingua italiana)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi.

L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Clienti e Soci

Tel. 0270024200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì) – Email: vendite@uni.com

Comunicazione a cura di UNI – Ente Italiano di Normazione

logo uni 2022 su magazine qualità

2024-04-23T09:12:35+01:00Aprile 23rd, 2024|UNI - Ente Italiano di Normazione|
Torna in cima