L’Hotel Giardino di Breno, in Valle Camonica, ha ottenuto la prima Certificazione di Qualità Ambientale EcoWorldHotel

L’Hotel Giardino di Breno, in Valle Camonica, ha ottenuto la prima Certificazione di Qualità Ambientale EcoWorldHotel, seguendo il nuovo iter Certificativo istituito da Certiquality, l’Ente a cui è stata affidata l’attestazione.

EcoWorldHotel è il primo network di strutture ricettive turistiche ecosostenibili in Italia ad adottare una filosofia innovativa, affrontando il problema della tutela dell’ambiente con una soluzione concreta. È un marchio di qualità ambientale del quale ora si può fregiare l’Hotel Giardino di Breno, grazie all’attuazione di misure volte al miglioramento della gestione della propria attività, in un’ottica di risparmio dei consumi nel rispetto dell’ambiente naturale e del territorio circostante.

Dopo un importante restyling in cui tutti gli ambienti sono stati rinnovati grazie all’opera di maestri artigiani della Valle Camonica, la struttura ha intrapreso un percorso le cui fondamenta sono basate su valori semplici e genuini: il rispetto dell’ambiente attraverso l’utilizzo di misure eco sostenibili; la valorizzazione del territorio grazie alla promozione dell’enogastronomia locale; la rivalutazione del patrimonio artistico culturale della Valle Camonica, con la collaborazione con Enti, Associazioni e diverse realtà locali, per offrire al turista una vera e propria esperienza alla scoperta del territorio camuno.

L’Hotel Giardino, come previsto dal disciplinare “Guide for environmentally sustainable accomodations”, ha quindi ottenuto la prima eco-foglia di EcoWorldHotel grazie all’adempimento dei 15 requisiti obbligatori previsti, tra cui:

  • colazione con prodotti a kilometro zero e bio;
  • i bagni sono dotati di areatori rompigetto a risparmio energetico per il flusso d’acqua;
  • il kit di cortesia presente in ogni stanza è composto da prodotti ecologici certificati.

I criteri di assegnazione del marchio non prevedono che l’albergatore debba necessariamente percorrere tutti i livelli, fino ad arrivare all’ultimo, e nemmeno che tale impegno debba essere concentrato in un preciso periodo temporale. Per questo all’albergatore viene lasciata piena libertà di decidere il numero e la tipologia di interventi da attuare e la loro progressione nel tempo, ferma restando la condizione che, per poter accedere al livello successivo del marchio, egli dovrà realizzare un numero di interventi sufficiente a garantire il raggiungimento del punteggio previsto per quel livello.

2015-10-17T22:34:41+00:00 News|