Il laboratorio unificato di analisi A.R.A.P. di Cuneo rinnova l’Accreditamento ACCREDIA

Accreditamento Accredia Laboratori ARAP CuneoDopo due giorni di visita ispettiva alla sede del laboratorio unificato di analisi di A.R.A.P. (Associazione Regionale Allevatori del Piemonte) di Cuneo, Accredia ha emesso il nuovo certificato di accreditamento che conferma le 70 prove di analisi certificate, ora disponibili per tutti i clienti e per le figure professionali operanti nel settore pubblico deputato al controllo qualità delle produzioni agro-alimentari.

“Questa verifica ispettiva ha avuto una valenza e un’importanza ancora più ampia rispetto agli anni precedenti” afferma il dott. Tiziano Valperga – Direttore Generale di A.R.A.P. “Il nuovo laboratorio di analisi è frutto di una complessa e delicata fusione dei due precedenti laboratori ovvero l’ex Centro Latte con sede a Torino e l’ex Laboratorio Analisi dell’APA di Cuneo: la fusione delle due strutture è stata complessa non solo dal punto di vista strutturale ma anche e soprattutto per l’aggregazione del personale, il quale ha dovuto compiere uno sforzo anche dal punto di vista umano al fine di costruire una nuova armonia lavorativa e una nuova consapevolezza di gruppo, fondamentale per garantire un servizio di alto livello”.

La percezione dell’accreditamento e della sua importanza non è sempre immediata, così come non è facile trasmettere e far comprendere ai clienti il grande e complesso lavoro che supporta ogni singolo accreditamento.

Quali sono le prerogative e il valore aggiunto dell’accreditamento?

“L’attestazione di accreditamento da parte dell’ente ACCREDIA – precisa la dott.sa Franca Cavarero, Responsabile Qualità A.R.A.P. – assicura e certifica la conformità del laboratorio alla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025, rispondendo quindi a quei requisiti fondamentali per una struttura di analisi che sono la competenza gestionale e la preparazione tecnica del personale operante, l’imparzialità e l’indipendenza da ogni fattore esterno, l’assenza di conflitti di interesse la riservatezza in merito ai risultati di analisi e a tutte le informazioni ottenute durante il percorso e, importantissimo, la gestione dei reclami provenienti dai clienti“.

“L’attenzione posta alla scelta delle prove per le quali il laboratorio richiede annualmente l’estensione dell’accreditamento si basa soprattutto sulle richieste e le esigenze dei nostri clienti”afferma il dott. Andrea Revello Chion, Responsabile del Settore Analisi Automatiche e Chimiche A.R.A.P.

Il nuovo elenco delle prove accreditate spazia infatti su quasi tutti i settori di analisi del Laboratorio e pone l’attenzione soprattutto alle analisi destinate al controllo della sicurezza alimentare dei prodotti destinati al consumo per l’uomo, ma non solo: un’attenzione particolare è stata rivolta anche al controllo degli alimenti destinati all’alimentazione degli animali in quanto molti parametri analitici possono avere risvolti diretti, oltre che sul fondamentale benessere animale, anche sulla qualità della materia prima destinata all’uomo.

“Per il 2018 abbiamo richiesto l’estensione dell’accreditamento per una prova di analisi sempre più richiesta dai singoli clienti cosi come dalle ASL per i controlli in caseificio, ovvero la determinazione della fosfatasi alcalina nel latte pastorizzato – aggiunge il dott. Revello Chion – cosi come per la determinazione del grasso nella panna, altro parametro importante ai fini commerciali vista la notevole produzione di burro della nostra Regione. Siamo già al lavoro – conclude Revello Chion – sulle nuove prove di analisi per le quali richiederemo l’estensione dell’accreditamento per il 2019, come ad esempio il parametro urea su latte crudo”.

Un elemento tecnico a garanzia dell’attendibilità delle prove accreditate, ma nel caso del laboratorio A.R.A.P. anche per molte di quelle non accreditate, è rappresentato dalla partecipazione ai Ring Test.

Quasi giornalmente arrivano in laboratorio campioni di tutte le matrici analizzate che sono stati preparati e preventivamente analizzati da organismi nazionali ed internazionali certificati. Il laboratorio analizza “alla cieca” il campione e comunica successivamente il dato all’ente responsabile. Solo a seguito della comunicazione dal dato viene notificato al laboratorio il valore noto dell’analisi e la relativa congruità o meno di quanto determinato.

“La partecipazione ai Ring Test rappresenta un momento di confronto importante e trasparente per il laboratorio – conferma il dott. Daniele Giaccone, Responsabile Laboratorio Analisi dell’A.R.A.P. Questi circuiti di confronto ci permettono non solo di verificare la nostra affidabilità interna ma soprattutto ci consentono di comparare il nostro operato con quello di molti altri laboratori che aderiscono a questo percorso. Ogni nostro Cliente deve avere la certezza che il suo campione, analizzato a Cuneo o in qualsiasi altro laboratorio certificato, debba restituire sempre lo stesso valore analitico”.

Per consultare l’elenco delle prove accreditate del laboratorio A.R.A.P. basta:

2018-08-27T21:56:37+00:00News|