IN ARRIVO LA NUOVA ISO 45001

new45001Dopo circa venti anni di attesa è ormai in fase finale quella norma ISO sui sistemi di gestione della sicurezza, la ISO 45001,  che indipendentemente dall’indiscussa efficacia della gestione sistemica della sicurezza, ha diviso per decenni detrattori e sostenitori sull’opportunità di disporre una norma volontaria su questi temi.

Il processo di revisione della nuova norma relativa ai sistemi di gestione della salute e sicurezza (la ISO 45001 che sostituirà la OHSAS 18001) è iniziato nel Marzo 2013 con una proposta di revisione della norma stessa ed ora a marzo 2017, dopo un iter travagliato, la seconda bozza della norma internazionale (DIS2) è stata finalmente redatta e resa disponibile per le traduzioni e la votazione (che termineranno a Luglio 2017). I risultati del voto e i risultati di questa fase di revisione saranno resi noti nel mese di Settembre 2017.

Se il DIS2 verrà approvato e non sarà richiesto il progetto finale di standard internazionale (FDIS), la pubblicazione del nuovo standard potrebbe avvenire già a Novembre 2017. Se sarà necessario un FDIS è più probabile che la pubblicazione avvenga nella prima metà del 2018.

Disporre finalmente di una norma ISO sui sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro è un indubbio vantaggio, a patto di non pagare un prezzo troppo elevato in termini di perdita di requisiti ad alto valore.

Cosa cambierà in concreto nel passaggio dalla OHSAS all’ISO 45001?

“Lo scopo rimane il medesimo e chi ha familiarità con l’OHSAS 18001 riconoscerà nella nuova ISO molti dei temi in essa trattati. – risponde David Smith, Presidente del comitato che ha elaborato il testo in versione Committee Draft – Tuttavia ci sono alcuni sviluppi interessanti legati alle nuove regole sui sistemi di gestione“.

La più importante è il ruolo maggiore assegnato al Top Management aziendale. – spiega lo stesso Smith – Questi aspetti di salute e sicurezza da integrare nel sistema di gestione complessivo dell’organizzazione, richiedendo un più forte e consapevole coinvolgimento del suo management. Si tratta di un significativo cambiamento per coloro che sinora hanno delegato tali aspetti a un responsabile della sicurezza piuttosto che integrarla pienamente nel complesso delle attività dell’organizzazione”.
Salute e sicurezza sul lavoro diventeranno così parte dell’intero sistema di gestione aziendale e non più un’appendice aggiuntiva.

Anche il ruolo del lavoratore diventa centrale nel quadro disegnato dalla nuova norma, con un coinvolgimento diretto sui processi di partecipazione e consultazione e con la sistematica individuazione di problematiche, interne ed esterne, delle necessità ed aspettative dei lavoratori e di altre parti interessate.

La comunicazione interaziendale assumerà un ruolo importante nella necessità di determinare cosa, come e quando informare e comunicare.

Obbiettivo di ISO è creare una norma che utilizzi un linguaggio semplice, che

  • favorisca la gestione senza per questo aumentare la documentazione necessaria,
  • che grazie alle proprie caratteristiche di flessibilità possa adattarsi facilmente a piccole e grandi aziende
  • e consenta la gestione dei requisiti di salute e sicurezza sul lavoro senza che siano necessarie risorse aggiuntive.

La norma sarà inoltre costituita da due parti distinte: una che raccoglie una serie di principi e requisiti, che rappresentano di fatto la norma vera e propria e un ANNEX che ne costituisce la linea guida per facilitare l’interpretazione.

2017-04-20T14:50:01+00:00News|