LA FEDERAZIONE CISQ RINNOVA LA FIDUCIA A CLAUDIO PROVETTI

L’assemblea della Federazione CISQ (Certificazione Italiana dei Sistemi Qualità Aziendali) tenutasi nel mese di settembre us, ha rinnovato la propria fiducia all’ingegner Claudio Provetti riconfermandolo alla Presidenza.

claudio-provetti

Già Presidente di CISQ, Claudio Provetti sarà ancora alla guida della Federazione per il prossimo biennio.

La Federazione indipendente e senza fini di lucro, unisce nove dei maggiori organismi di certificazione italiani operanti con specifiche competenze in tutti i settori tecnologici e merceologici.

CISQ, oltre a rappresentare i propri federati negli organismi e negli enti nazionali ed internazionali, da decenni si è guadagnata riconoscimenti per la propria continua opera nel:

  • assicurare ed armonizzare le attività degli enti federati in accordo a norme e guide internazionali applicabili
  • collaborare con le Pubbliche Amministrazioni in materia di certificazione dei Sistemi di Gestione
  • promuovere la collaborazione fra gli enti federati in tutte le attività di valutazione e formazione, così come con altri organismi aventi finalità complementari
  • partecipare ad Associazioni, Enti privati e pubblici, nazionali ed internazionali aventi scopo analogo o affine al proprio
  • tutelare l’uso corretto della certificazione e dei marchi relativi

Il riconfermato Presidente ha dichiarato che nel prosieguo dello sviluppo del piano strategico pluriennale, ci si focalizzerà sempre più sulla valorizzazione dei servizi forniti dai propri federati e sulla valorizzazione internazionale delle certificazioni ottenute dalle aziende; essendo poi CISQ l’unico membro italiano di IQNet (International Quality Network), la più grande rete internazionale di enti di certificazione, ci si impegnerà per una costante ed attiva partecipazione agli organi istituzionali e operativi del network, così da garantire il massimo livello di presidio.

La stretta collaborazione e il continuo confronto tra CISQ e le altre Associazioni degli operatori della valutazione della conformità, permettono di rappresentare gli interessi collettivi del comparto, favorendo e contribuendo alle iniziative di continua sensibilizzazione rivolte a tutto il mercato e ai cosiddetti stakeholders del “Sistema Qualità Italia”: amministrazioni, normatori e ricercatori, imprese e operatori economici, cittadini, nonché certificatori e accreditatori.

L’impegno di tenere alto il valore dell’Italianità, delle competenze e della fair competition è arduo, soprattutto in un mercato globale sempre più inflazionato, con presenze di soggetti che spesso sono poco attenti all’etica e allo sviluppo sostenibile del business; ciò nonostante CISQ e i suoi federati non si faranno trovare impreparati per le prossime sfide; afferma Provetti concludendo il commento sulla propria rielezione.

2017-02-27T08:26:09+00:00Certificazioni, In evidenza|