Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

L’Ovile certificata per la parità di genere con RINA

OVILE parità di genere su magazine qualitàLa Parità di Genere è un tema attuale: l’Unione Europea promuove una società e un’economia basata sulla parità di genere.

Nel 2022, per la prima volta, l’Italia ha pubblicato la strategia nazionale per la parità di genere 2020-2025.

Tuttavia, finora nessun Paese europeo ha realizzato la parità tra uomini e donne: i progressi sono lenti e i divari di genere persistono nel mondo del lavoro a livello di retribuzioni, assistenza e pensioni, nelle posizioni dirigenziali e nella partecipazione alla vita politica e istituzionale.

Conscia di questo gap e desiderosa di contribuire al miglioramento della situazione attuale, L’Ovile ha scelto di iniziare un percorso di mappatura e valutazione rispetto a questo tema, approdando nel 2022 al percorso di certificazione, supportata da RINA e Consorzio Gino Mattarelli (CGM).  

Su cosa verte la certificazione 

La Prassi di Riferimento UNI/PdR 125:2022 su cui ci si basa per la valutazione quantitativa e qualitativa degli item (indicatori di performance o KPI) richiesti in certificazione analizza 6 ambiti legati alla parità di genere:

  • Cultura e strategia
  • Governance
  • Processi HR
  • Opportunità di crescita e inclusione delle donne in azienda
  • Equità remunerativa per genere
  • Tutela della genitorialità e conciliazione vita-lavoro

Su queste macroaree tematiche si sviluppano oltre 60 indicatori su cui produrre le evidenze e progettare i piani di innovazione, consolidamento e miglioramento.

La parità di genere nel concreto: il piano strategico 

Il Cda ha definito obiettivi strategici per raggiungere la parità di genere, anche e soprattutto nelle posizioni di responsabilità e di rappresentanza, tra cui:

  • Formare lavoratrici e lavoratori su Parità di Genere, lotta alle molestie e agli abusi, modalità sicure di segnalazione
  • Creare consapevolezza per contrastare i fenomeni di discriminazione per questioni di genere in tutte le attività della cooperativa
  • Adeguate misure per gestire ogni forma di abuso, molestia e violenza: tra queste, comunicazione e formazione adeguate per i lavoratori e una piattaforma per la raccolta di eventuali segnalazioni
  • Sviluppare misure di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, per facilitare lavoratori e lavoratrici nel far fronte sia agli impegni lavorativi che ai compiti di cura
  • Promuovere i congedi parentali, sostenendo i lavoratori e le lavoratrici nel loro ruolo di genitori
  • Comunicare usando un linguaggio inclusivo e superando gli stereotipi

Tra gli aspetti che si è scelto di implementare, il piano si concentrerà anche su:  

  • Formare (oltre all’intera popolazione aziendale assunta) le figure in servizio civile, le socie e i soci volontari, le persone tirocinanti sulla tolleranza zero rispetto ad ogni forma di violenza nei confronti dei/delle dipendenti, incluse le molestie in ogni loro forma
  • Mappare le competenze acquisite con la genitorialità, prevedendo azioni di valorizzazione di tali competenze all’interno della mansione lavorativa ricoperta
  • Realizzare una formazione specifica sul linguaggio inclusivo dedicata al personale dell’ufficio comunicazione e a coloro che si occupano delle comunicazioni interne ed esterne, con il fine di garantire l’utilizzo di un linguaggio inclusivo e rispettoso delle differenze

Il Comitato Guida per la parità di genere 

È stato istituito un Comitato Guida per la parità di genere, con il compito di attuare gli obiettivi target inseriti nel piano strategico, costituito da: Elisa Cocchi (vicepresidente, ufficio risorse umane e coordinatrice del comitato), Chiara Campion (comunicazione), Luca Corradini (sistemi di gestione), Beniamino Ferroni (direttore risorse umane).    Il Comitato, attraverso incontri periodici e coinvolgendo i differenti servizi della cooperativa, ha il compito di assicurare che il piano strategico venga adeguatamente diffuso, compreso e attuato, accertandosi che le figure coinvolte prendano in carico, ciascuno per le proprie competenze, le azioni previste per il miglioramento.  Come altre certificazioni, l’audit viene svolto annualmente sui target di miglioramento proposti.

2024-02-21T14:19:49+01:00Febbraio 21st, 2024|Parità di Genere|
Torna in cima