Kiwa Italia partecipa a ECOMONDO 2018

In occasione della 22a edizione di ECOMONDO, l’appuntamento di riferimento per la green e circular Economy che si tiene a Rimini dal 6 al 9 novembre, Kiwa Italia parteciperà al convegno “CAM – Prodotti conformi e capacità tecnica dei progettisti”.

kiwa a ecomondo su magazine qualità 800
In questa occasione Angelo Simonelli, Building&Construction Unit Manager di Kiwa Italia tratterà dell’importanza delle certificazioni ambientali dei materiali riciclati per l’impiego nelle manutenzioni e realizzazioni stradali.

L’impiego dei materiali di riciclo nella realizzazione di opere di ingegneria civile, infatti, è ormai un dato di fatto e può essere ormai considerato un processo ineluttabile da cui gli operatori economici della filiera, dalle stazioni appaltanti e progettisti, ai produttori di manufatti e alle imprese, non possono più prescindere.

Ne sono interessate un po’ tutte le tipologie di materiali, le plastiche, i materiali di recupero stradale quali i fresati, i materiali che derivano da attività C&D e i materiali che derivano da processi industriali. Riteniamo che ad oggi, in termini di volumi e disponibilità, una quota parte significativa sia rappresentata dagli aggregati riciclati, che cominciano a trovare un impiego sempre più diffuso e ripetuto nell’ambito dei lavori stradali e ferroviari e specificatamente in interessanti applicazioni per la manutenzione delle strade.

Le norme armonizzate cui fanno riferimento i prodotti che meglio soddisfano queste tipologie di impiego sono la EN 13242 e la norma EN 12620. La prima utilizzata per la marcatura CE degli aggregati destinati a miscele non legate e legate, come il caso dei misti cementati, e dei materiali destinati a lavori stradali e altri lavori di ingegneria civile: ad esempio per la realizzazione del corpo dei rilevati, in strati di sottofondo e di fondazione delle infrastrutture di trasporto, per la realizzazione di recuperi ambientali, riempimenti e colmate; la seconda è utilizzata per la marcatura CE degli aggregati destinati a divenire costituenti del calcestruzzo, in molti casi in applicazioni del calcestruzzo non strutturale (i cosiddetti “magroni”), e, in alcuni casi di particolare interesse tecnologico, anche nell’impiego per il confezionamento del calcestruzzo strutturale.

Il convegno, a cura del Comitato Tecnico-Scientifico di Ecomondo e ANPAR (Associazione Nazionale Produttori Aggregati Riciclati), si terrà alle ore 09:30 alle 13:30 presso la Sala Gemini. Di seguito il programma:

9.30-10.00 Paolo Barberi – ANPAR
Presentazione del seminario

I sessione – Prodotti conformi ai CAM

10.00-10.20 Emmanuele Fabbri – ANPAR
I CAM negli appalti pubblici: obblighi e opportunità

10.20-10.50 Valeria Corinaldesi – Università Politecnica delle Marche
Calcestruzzi con aggregati riciclati: lavorabilità, proprietà meccaniche e durabilità

10.50-11.10 Angelo Simonelli – Kiwa Cermet Italia
Le certificazioni ambientali dei materiali riciclati per l’impiego nelle manutenzioni e realizzazioni stradali

11.10-11.30 Michele Mazzoni – StudioMM
Esperienze di ricerca e sviluppo per prodotti conformi ai CAM    

11.30-11.50 Officina dell’ambiente
Matrix         

II sessione – Capacità tecnica dei progettisti CAM

11.50-12.10 Paola Altamura – La Sapienza Roma
Le competenze necessarie al progettista CAM: un caso di studio        

12.10-12.30 OICE
I requisiti richiesti al progettista dal DM CAM Edilizia   

12.30-12.50 Emmanuele Fabbri – ANPAR
La scelta dei materiali utilizzati per l’edificio: il ruolo degli aggregati riciclati e artificiali      

12.50-13.10 Antonio Bianco – ABICert
Processo di accreditamento di uno schema di certificazione proprietario per la certificazione dell’Ecoprogettista 

Discussione e conclusioni

* RICONOSCIUTI CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI PER L’ORDINE DEGLI INGEGNERI*

Articolo a cura di Kiwa Italia

Kiwa Italia Magazine Qualità

2018-10-17T16:52:10+00:00News|