ISO 9001:2015 con Certiquality per “Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Mantova”

Cancro alla prostata: percorso certificato all’ASST di Mantova, fiore all’occhiello lombardo.

In Lombardia ogni anno si contano circa 6.000 nuovi casi di cancro della prostata e l’Asst Mantova è ormai un riferimento regionale per l’oncologia. In Lombardia ogni anno si contano circa 6.000 nuovi casi di cancro della prostata e si stima che oltre 75.000 lombardi convivano con questa neoplasia.

Un importantissimo traguardo raggiunto per l’ASST-Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Mantova, che mette a segno un obiettivo prestigioso nel trattamento dei tumori della prostata: un Percorso Diagnostico-Terapeutico-Assistenziale (PDTA) per questa neoplasia ha ottenuto la certificazione UNI EN ISO 9001:2015 dall’Ente internazionale Certiquality, nell’ambito di un progetto che è stato reso possibile grazie al sostegno incondizionato di Astellas e al supporto organizzativo di OPT, il provider deputato a preparare i Centri alla certificazione.

Con questo programma di certificazione, l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Mantova, riferimento regionale per l’Oncologia, si propone sempre più come punto di attrazione per la gestione e il più efficace trattamento del paziente oncologico e, nel caso specifico, del paziente affetto da neoplasia prostatica, che rappresenta la patologia più frequente tra i maschi over 60.

«La disciplina urologica – commenta Raffaello Stradoni, Direttore Generale ASST di Mantova – è da sempre un patrimonio di eccellenza della nostra azienda. Di particolare valore è anche la presenza sul territorio mantovano dell’intera filiera relativa al cancro prostatico: i pazienti che per disturbi urinari o per un rilievo occasionale di laboratorio si trovano ad affrontare questa patologia trovano da noi équipe multidisciplinari preparate per offrire un trattamento personalizzato che spazia dall’intervento chirurgico di prostatectomia radicale laparoscopico con metodica in 3D, alla radioterapia e alla chemioterapia, eventualmente associati tra loro secondo le ultime evidenze scientifiche».

Print Friendly, PDF & Email
2020-01-29T14:36:25+01:00Gennaio 29th, 2020|News|
Torna in cima