ISO 9001 con Bureau Veritas per l’ambulatorio di Reumatologia di Tropea 

L’ambulatorio di Reumatologia dell’Asp di Vibo Valentia, con sede presso il presidio ospedaliero di Tropea, è tra i primi in Italia ad aver ottenuto la certificazione “ISO 9001:2015” per il «Percorso Diagnostico Terapeutico assistenziale (PDTA)».

Si tratta del riconoscimento della Qualità del modello organizzativo messo a punto dalla struttura sanitaria per garantire standard omogenei nell’erogazione dei servizi sanitari ai pazienti reumatologici affetti da Artrite psoriasica e Axial SpA.

Il progetto svolto, con il supporto metodologico ed organizzativo della società OPT S.r.l. Consulenza di Direzione– Milano-  e la sponsorizzazione di Novartis Farma S.p.A,  è durato circa 16 mesi ed è stato validato da Bureau Veritas, società internazionale nei servizi di Controllo, Verifica di conformità e Certificazione di Qualità, che ha evidenziato la piena adeguatezza dei modelli organizzativi adottati.

La Certificazione di Qualità ISO 9001:2015 del PDTA che ha coinvolto i professionisti, medici ed infermieri, guidati dal referente dell’Ambulatorio di Reumatologia dott. Massimo L’Andolina coadiuvato dal dott. Marco Miceli, si basa sulla verifica periodica dell’applicazione delle regole adottate mediante audit interni da parte dell’Ente di Certificazione che valuta il livello di applicazione dei protocolli definiti e della loro efficacia attraverso un’analisi dell’andamento degli indicatori di performance.

«Esprimo la mia più profonda soddisfazione – ha dichiarato il Commissario Straordinario dell’Asp di Vibo Valentia Maria Bernardi – per i risultati raggiunti dal dottore Massimo L’Andolina e la sua equipe. Questo riconoscimento, rilasciato da una società internazionale nei confronti di una nostra struttura, certifica che la nostra Azienda è capace di vitalità, innovazione e di stare al passo con realtà più blasonate. Il nostro compito, per come stiamo già procedendo, è quello di stimolare, premiare e incentivare il merito».

«Questo riconoscimento – ha detto invece il dottor Massimo L’Andolina –  premia vent’anni di lavoro che è servito anche ad evitare a centinaia di pazienti e alle loro famiglie i disagi relativi ai soliti viaggi della “speranza”».

«Con questa certificazione – ha detto infine il Referente Sanitario Aziendale Antonio Talesa – l’Azienda ha raggiunto quindi un importante traguardo e ottenuto un riconoscimento che premia il lavoro che viene svolto quotidianamente dal personale sanitario e che rappresenta un ulteriore garanzia della qualità dei servizi erogati sul nostro territorio».

2021-10-19T13:51:45+01:00Ottobre 19th, 2021|News|
Torna in cima