(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.data-privacy-src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','https://www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-58090058-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');

“INCLUSION” PER BUREAU VERITAS È IL DRIVER DELLO SVILUPPO

Per Bureau Veritas, società che festeggia quest’anno le 190 candeline ed è diffusa in 140 Paesi con 74.000 dipendenti, il tema dell’inclusion è insito nel suo DNA da sempre, e due anni fa è stato codificato formalmente dal suo CEO in una comunicazione a tutti i dipendenti.

bureau veritas su magazine qualità

Didier Michaud Daniel ha ritenuto importante sottolineare che il successo una società di servizi è fortemente legato alla valorizzazione delle proprie persone, generata innanzitutto dalla comprensione e ascolto delle “differenze”. Questo favorisce il costante impegno di tutti e soprattutto migliora la collaborazione, elemento fondamentale per il successo del business.

L’impegno per l’ Inclusion di Bureau Veritas ha trovato un importante alleato in GEEIS, Gender Equality European & International Standard, creato nel 2010 dall’Associazione Arborus con il sostegno di un gruppo di multinazionali.

Bureau Veritas ha una partnership esclusiva con l’Associazione Arborus per offrire questo schema di certificazione a livello mondiale. Inizialmente focalizzato sulla differenza di genere, nel 2017 il GEEIS si è evoluto, includendo nuovi indicatori ed estendendo il focus ai più ampi temi della diversity, diventando così “GEEIS-DIVERSITY”. Molte aziende, a livello europeo, come Randstad e Carrefour hanno creduto in questo processo e si sono certificate, dichiarandosi poi molto soddisfatte del percorso proposto dallo standard.

Inoltre, con una società del Gruppo, CEPAS, Istituito di Certificazione delle Professionalità, si è pensato di individuare alcuni profili che possano facilitare il processo di “ascolto e valorizzazione delle differenze”.

Si parla infatti di Inclusion Manager, la cui “mission” è la diffusione della cultura delle tematiche di Gender Equality, Diversity and Inclusion; Inclusion Advisor, che opera in ambito Gender Equality, Diversity and Inclusion con particolare focus sulle attività di “Monitoring & KPI” delle azioni intraprese dall’azienda; ed infine di Inclusion Auditor, professionista dedicato ad Audit di prima, seconda e terza parte in relazione all’ Inclusion Management Systems (GEEIS Standard).

Tutto questo sarà a tema al Salone CSR di ottobre (2-3 ottobre, Università Bocconi).

Articolo a Cura di Bureau Veritas

Bureau Veritas Federformazione Magazine Qualità

Print Friendly, PDF & Email
2018-07-27T15:37:07+01:00Luglio 27th, 2018|Certificazioni, Eventi|