IMQ, Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi e Polizia Locale di Milano impegnati per un Natale più sicuro

Operativi su tutto il territorio controlli su giochi e addobbi natalizi

per evitare truffe e possibili pericoli per i consumatori

Catene luminose imq su magazine qualità

Il vademecum degli esperti per acquistare e usare in sicurezza i prodotti natalizi

Anche nel 2021 la Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi, la Polizia Locale di Milano e IMQ stanno collaborando nelle attività volte a identificare e sequestrare merci natalizie non conformi alle normative vigenti e potenzialmente pericolose per i cittadini.

I controlli effettuati da Camera di commercio e Polizia Locale

“I controlli della Camera di commercio riguardano tutti i prodotti, sia quelli venduti online sia quelli offerti nei tradizionali punti vendita” ci spiegano dalla Camera di commercio Milano Monza Brianza Lodi. “I prodotti vengono sottoposti ad un controllo visivo sui requisiti applicabili e, successivamente, se vengono riscontrate delle irregolarità o si sospetta che si tratti di beni contraffatti, vengono prelevati dei campioni affinché su di essi vengano condotte analisi e controlli più approfonditi presso laboratori accreditati quale IMQ”. Controlli dunque mirati, volti a verificare la corretta etichettatura e i requisisti di sicurezza, condotti durante tutto l’arco dell’anno anche in operazione congiunta con altri enti e su numerosi prodotti quali, oltre alle catene luminose, i giocattoli, gli elettrodomestici, i tessili…

I numeri

Un’idea di quanti possano essere i prodotti potenzialmente pericolosi ce la dà la Polizia Locale: “Nel 2020 la Polizia Locale di Milano ha denunciato numerosi commercianti per aver immesso sul mercato prodotti pericolosi ed ha effettuato oltre 100 sequestri sottraendo al mercato circa 47.000 prodotti non conformi ai requisiti di sicurezza, tra cui giocattoli, prodotti elettrici, luminarie natalizie ed elettrodomestici”.

Cosa succede quando un prodotto non è conforme ai requisiti di sicurezza?

Una volta che la Polizia Locale e la Camera di commercio, avvalendosi della competenza tecnica di IMQ, accertano la non conformità dei prodotti e il conseguente rischio che ne deriva per la sicurezza dei consumatori, provvedono ad informare i Ministeri dello Sviluppo Economico e della Salute, affinché ne vietino la commercializzazione sul mercato nazionale, disponendo il ritiro oppure il richiamo del prodotto non conforme, laddove sia già nella disponibilità dei consumatori. Le autorità nazionali notificheranno quindi alla Commissione Europea il prodotto ritenuto pericoloso per la sicurezza dei consumatori, affinché ne vieti la commercializzazione sul territorio comunitario.

Cosa può fare il consumatore in caso di prodotto pericoloso? 

Il cittadino che abbia motivo di ritenere la pericolosità del prodotto acquistato (mancanza di etichettatura, di marcatura CE o altri marchi di conformità) può segnalarlo alla Polizia Locale o alla Camera di commercio, le quali in stretta sinergia con i tecnici di IMQ, effettueranno gli opportuni controlli volti a verificare la conformità del prodotto ai requisiti di sicurezza prescritti dalla normativa comunitaria. In caso di irregolarità, la Polizia Locale e la Camera di commercio provvederanno tempestivamente al prelievo e al sequestro del prodotto presso l’attività commerciale in cui è posto in vendita.

Il ruolo di IMQ

Nelle attività di controllo e verifica condotte dalla Camera di commercio e dalla Polizia Locale, IMQ è partner tecnico nella verifica dei requisiti di sicurezza. Un’attività che da tempo svolge a livello nazionale, collaborando con le principali Autorità deputate alla tutela del Mercato, tra le quali anche l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. “Ogni
anno portiamo nei nostri laboratori di prova migliaia di prodotti per verificare i requisiti di qualità e sicurezza” ci spiegano da IMQ. “La nostra attività di verifica si svolge principalmente su prodotti elettrici ed elettronici per accertarne la conformità ai requisiti di sicurezza previsti dalle direttive europee”.

VADEMECUM PER UN ACQUISTO E UN USO SICURO

DI REGALI E LUCI NATALIZIE

Dalla voce degli esperti, ecco i consigli per acquistare e utilizzare in sicurezza 

Componenti_elettrici_non_sicuri IMQ su Magazine Qualità

  • Regali: verificare che sia presente la marcatura CE e preferire prodotti con marchio di sicurezza volontario. La marcatura CE è obbligatoria per tutti i prodotti per i quali una direttiva europea la richiede (ad esempio materiale elettrico, giocattoli) e rappresenta la dichiarazione da parte del fabbricante che il prodotto è conforme ai requisiti di sicurezza. I prodotti certificati con un marchio di sicurezza volontario (ad es. IMQ) offrono una maggiore tranquillità perché garantiscono che il prodotto, prima di essere commercializzato, è stato sottoposto da un ente terzo indipendente a tutte le verifiche necessarie per accertarne la sicurezza e che, anche una volta sul mercato, è soggetto a sorveglianza periodica per garantire il mantenimento dello standard qualitativo
  • Luci natalizie: brillare in tutta sicurezza! Le luci natalizie hanno al loro interno un piccolo impianto elettrico: è dunque importante che siano sicure in quanto a contatto con superfici altamente infiammabili. Esse possono inoltre essere sottoposte a condizioni climatiche estreme, aspetti da considerare bene prima dell’acquisto e durante l’uso. Si consiglia, prima di procedere all’acquisto, di verificare i requisiti essenziali del prodotto e di osservare le diciture riportate sulla confezione quali, ad esempio, il nome del produttore, dell’importatore, la marcatura CE, e l’indicazione delle modalità di utilizzo, compreso l’uso interno o esterno delle luci. Le luci da utilizzare all’esterno, essendo soggette a condizioni di utilizzo diverse, devono indicare la dicitura “per esterno”; esse sono facilmente riconoscibili attraverso la sigla IP – ad esempio IP44 – riportata sulla confezione. I prodotti devono essere accompagnati da avvertenze ed istruzioni in lingua italiana. Infine, si ricorda di comprare sempre da rivenditori affidabili, evitando acquisti da venditori poco professionali.
  • Decorare l’albero: è anche questione di sicurezza. L’albero di Natale è a stretto e costante contatto con materiale elettrico, per questo non vanno sottovalutati i rischi di incendio, che si tratti di un albero naturale o sintetico. Nel caso dell’albero artificiale occorre verificare che sia autoestinguente – specifica riportata sulle istruzioni o sulla confezione con le diciture “ignifugo” o “non infiammabile”. Se possibile, si consiglia di puntare su alberi costruiti con materiali ecosostenibili. Se si opta per un albero naturale, verificare all’acquisto che questo sia sano e non già secco: un albero secco in presenza di fiamme può bruciare in soli 20 o 30 secondi. Una particolare cautela nel collegamento delle luci natalizie: se possibile, meglio predisporre una presa per ogni spina, in alternativa, utilizzare prese multiple o adattatori, preferibilmente certificati. Se utilizzate all’esterno, ricordarsi di verificare che siano protetti e destinati all’uso. Infine, scollegare sempre gli alimentatori dalle prese quando si esce di casa e possibilmente anche di notte: anche la bolletta ne beneficerà.
CAMERA DI COMMERCIO MILANO MONZA BRIANZA LODI – La Camera di commercio industria artigianato e agricoltura di Milano Monza Brianza Lodi, ente pubblico dotato di autonomia funzionale, assicura lo sviluppo del sistema imprenditoriale curandone gli interessi generali. Assicura l’ attività di tutela del consumatore e della fede pubblica, attraverso la vigilanza e il controllo sulla sicurezza e conformità dei prodotti.
POLIZIA LOCALE DI MILANO – Il G.O.A.C. (Gruppo. Operativo. Anti. Contraffazione) della Polizia Locale di Milano svolge funzioni e compiti di Polizia Giudiziaria nel contrasto al fenomeno dell’abusivismo commerciale, con particolare riguardo alle merci contraffatte e ai prodotti potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori. Effettua le comunicazioni ai Ministeri competenti per il l’inserimento dei prodotti, di cui sia stata accertata la pericolosità, nel sistema d’allerta europeo RAPEX, al fine di vietarne la commercializzazione sul territorio comunitario. A tal fine, il personale specializzato del G.O.A.C. svolge quotidianamente ed in abiti civili, attività di osservazione e investigazione preliminari alle attività ispettive presso gli esercizi commerciali e all’individuazione della merce da sequestrare.
IMQ – IMQ è una società del Gruppo IMQ, una delle più importanti realtà italiane nel settore della valutazione della conformità (certificazione, prove, verifiche, ispezioni). Forte della sinergia tra le società che lo compongono, dell’autorevolezza acquisita in 70 anni di esperienza, della completezza dei servizi offerti, il Gruppo IMQ si pone infatti come punto di riferimento e partner delle aziende che hanno come obiettivo la sicurezza, la qualità e la crescita sostenibile. Il Gruppo IMQ è attualmente composto da una holding (IMQ Group S.r.l) e da 11 società operative, di cui quattro in Italia – IMQ S.p.A., CSI S.p.A., IMQ Intuity S.r.l, IMQ Minded Secuity S.r.l. – e sette all’estero: IMQ CSI Deutschland GmbH (Germania), IMQ Iberica S.L. (Spagna), IMQ Tecnocrea S.L. (Spagna), IMQ Polska Sp. z o.o. (Polonia), IMQ Certification (Shanghai) Co. Ltd. (Cina), IMQ Turkey (Turchia), IMQ Gulf FZCo (Emirati Arabi Uniti).
2021-12-06T13:12:04+01:00Dicembre 6th, 2021|Commercio|
Torna in cima