Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Il futuro digitale al centro del One Team User Meeting 2023

Torna l’11 ottobre il “One Team User Meeting”, punto di riferimento per scoprire le ultime novità dai mondi Architecture, Engineering & Construction e Manufacturing. Una finestra sull’innovazione tecnologica con lo sguardo rivolto alle sfide economiche che attendono il nostro Paese.

ONE TEAM SU MAGAZINE QUALITA'

Si svolgerà mercoledì 11 ottobre, presso la prestigiosa location dell’Hotel Meliá a Milano, la diciassettesima edizione del “One Team User Meeting”. La vocazione all’innovazione di One Team, azienda milanese leader nella vendita di software e formazione BIM, emerge non solo nei contenuti, ma anche dalla particolare formula dell’evento, che quest’anno si arricchisce di diverse sessioni in parallelo per offrire ai partecipanti un panorama completo e personalizzato sui mondi AEC e Manufacturing.

In uno scenario dominato dalla preoccupazione per l’inflazione e dal costante aumento dei prezzi dell’energia e dei beni alimentari, l’Italia deve affrontare numerose sfide a livello nazionale e internazionale. I segnali di ripresa ci sono, ma, per arrivare alla stabilità economica, saranno necessarie politiche lungimiranti e inclini all’innovazione tecnologica: non a caso, il nuovo Codice dei Contratti ha previsto la progressiva obbligatorietà del BIM.

OTUM 2023: un’occasione unica per aggiornarsi sui nuovi prodotti digitali

Cosa riserva il futuro dell’innovazione tecnologica di processo nell’ambito manifatturiero ed industriale? Quali le novità in tema di progettazione BIM orizzontale e verticale? Come potremo gestire i dati in maniera rapida e con l’aiuto dell’Intelligenza Artificiale? Come sempre, l’innovazione sarà centrale anche in questa edizione: dalle evoluzioni del mondo tecnico scientifico alle esperienze di imprese e stazioni appaltanti fino alle ultime novità Autodesk, OTUM 2023 tratterà tematiche legate alla stretta attualità con la consueta competenza degli esperti One Team e con il contributo degli ospiti e del pubblico.

Un’occasione unica, non solo per assistere alla presentazione dei software, ma anche e soprattutto un’opportunità didattica: tutti gli esperti One Team saranno infatti a disposizione per approfondire le potenzialità dei nuovi prodotti. Uno spazio aperto per aggiornare le conoscenze in tema ed essere maggiormente competitivi sul mercato.

Ancora una volta, l’innovazione si mette al servizio della sostenibilità con risultati rilevanti in termini ambientali, economici e sociali.

AEC: dalle prime applicazioni di Intelligenza Artificiale alle nuove reti idriche

Per quanto riguarda il settore Architecture, Engineering & Construction (AEC), la sessione plenaria della mattina si aprirà con una sintesi tra le posizioni della Unione Europea (Next Generation EU) e dell’Italia (PNRR e nuovo Codice dei Contratti): la convergenza sui temi della digitalizzazione di dati e processi, e sulla difesa della sostenibilità declinata nelle sue tre forme ESG (Environment, Social, Governance) è evidente.

Il contesto richiede strumenti informatici più evoluti e specifici: dai cataloghi BIM a norma UNI, al controllo dei costi di commessa, agli strumenti di backup e model checking all’interno dei CDE, all’applicazione informatizzata BIM e GIS dei protocolli di sostenibilità per un cantiere.

Proprio quest’ultima soluzione è tra le più innovative: l’integrazione tra processi BIM e tecnologie GIS (Geographic Information System) consente di analizzare il contesto territoriale e le sue trasformazioni in atto, restituendo – già in fase di progetto e poi in corso d’opera – una fotografia in tempo reale dell’area di cantiere con evidenti vantaggi in termini di sostenibilità: non solo tempi e costi ridotti e prevenzione/gestione del rischio idrogeologico ma anche analisi qualitative e quantitative dei materiali di cantiere con conseguente adeguato recupero o smaltimento. Il Digital Twin georeferenziato (GeoDigitalTwin) è dunque fondamentale per tutto il ciclo di vita dell’opera.

Nel pomeriggio, suddiviso in due sessioni (ambito Infrastrutture e ambito Building), saranno affrontati alcuni dei grandi temi del momento: dalla progettazione e gestione delle reti idriche, alle prime importanti applicazioni di Intelligenza Artificiale, all’uso dei Digital Twin per la gestione degli asset immobiliari.

Manufacturing: due sessioni verticali per esplorare tutte le novità

Il filo conduttore dell’OTUM Manufacturing 2023 è Innovazione, Convergenza e Integrazione: l’innovazione tecnologica e metodologica è il motore di tutti i cambiamenti che portano al superamento della convergenza di mondi vicini ma finora separati, come l’integrazione del metodo BIM all’interno della filiera manifatturiera.

Già dalla mattina, ci sarà la possibilità di scegliere fra due sessioni verticali: una sulla gestione del dato (PDM/PLM) e una sulla gestione della produzione (CAM/MES). Gli esperti illustreranno le ultime novità dei software Autodesk PDM e PLM, così come le soluzioni ad hoc di One Team per la gestione del dato. Parallelamente, si parlerà di gestione della produzione (CAM/MES) grazie alla rosa di soluzioni innovative a disposizione, in grado di migliorare la produzione industriale della manifattura italiana. Tra le soluzioni più interessanti c’è Autodesk Fusion 360 with FeatureCAM workflow. La versione 2024 del software permette ai produttori di automatizzare la programmazione CNC, standardizzando la programmazione CAM in tutto il team e ottimizzando l’utilizzo dei macchinari CNC con una importante riduzione dei tempi di programmazione e risultati più coerenti.

 Il “One Team User Meeting” si svolgerà dalle 9.00 alle 16.00 presso l’Hotel Melià, Via Masaccio, 19, Milano. Per partecipare, sarà sufficiente iscriversi sul sito web di One Team, scegliendo tra AEC e Manufacturing. Verranno rilasciati 6 Crediti Formativi Professionali per gli Architetti iscritti a un ordine in Italia.

Sul palco si alterneranno, come sempre, tanti speaker d’eccezione accolti dal padrone di casa Riccardo Perego, CEO di One Team. Non mancheranno occasioni di dibattito e confronto tra gli stakeholder.

Uno sguardo al programma sul mondo Architecture, Engineering & Construction:

  • Nuovo Codice appalti: ACDat, ruolo stazioni appaltanti, BIM-GIS | Riccardo Perego, CEO One Team
  • Approcci sostenibili BIM e GIS in fase di progettazione e di cantiere
    | Marta Tadiotto, BIM Specialist e BIM Infrastructure Application Engineer
  • Tandem: tutti i dati in un unico digital twin | Giovanni Coviello, BIM Specialist e AEC Application Engineer

In ambito Manufacturing, Davide Cameroni e Flavio Di Canzano introdurranno le ultime novità in arrivo dal mondo Autodesk:

  • Novità PDM On Premise: Autodesk Vault 2024 | Filippo Sforzi, MFG Application Engineer
  • Fusion 360 e FeatureCAM workflow | Federico Ben El Caid, MFG Application Engineer
  • Novità Autodesk Inventor 2024 | Davide Iori, MFG Technical Specialist Expert

Al termine, come di consueto, spazio alle domande del pubblico.

Per vedere le certificazioni di One Team, Clicca Qui

2023-10-03T12:28:28+01:00Settembre 29th, 2023|News|
Torna in cima