Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

A Golfo Aranci DMG Sardegna ottiene la certificazione di Dolphin Watching Sostenibile

Dolphin Watching Sostenibile su Magazine QualitàUn’escursione con DMG Sardegna a Golfo Aranci, alla ricerca dei delfini, significa trovarsi coinvolti in un percorso conoscitivo verso un’esperienza sostenibile e autentica, in uno dei mari più belli del mondo. Significa entrare in connessione con un ecosistema ricco ma fragile, quindi da trattare con cura.

DMG Sardegna, infatti, è un gruppo di istruttori subacquei e guide professioniste che lavorano per trasmettere il loro amore per l’isola a quante più persone possibile, nel massimo rispetto delle normative e delle Aree Marine Protette. Per questo motivo, DMG Sardegna ha aderito ai progetti “Il Golfo dei Delfini” della Onlus Worldrise e Sustainable Dolphin Watching e Whale Safe di Friend of the Sea®.

Standard di certificazione leader per prodotti e servizi che rispettano e proteggono l’ambiente marino, Friend of the Sea® premia le pratiche sostenibili nei settori della pesca e dell’acquacoltura. Attribuendo quindi la certificazione Sustainable Dolphin and Whale Watching a DMG Sardegna, Friend of the Sea® ne ha riconosciuto l’impegno a rispettare un codice di condotta a basso impatto durante i fortunatissimi avvistamenti di delfini e balene. Con il Whale Safe Award, invece, Friend of the Sea® ha premiato gli operatori di DMG Sardegna per le buone pratiche di approccio e di sicurezza nei confronti di delfini e balene, messe in atto nel corso delle escursioni.

Il riconoscimento Whale Safe è nato quest’anno come parte del progetto di conservazione di Friend of the Sea® “Save the Whales from Ship Strikes”, rivolto principalmente alle grandi navi di trasporto merci e da crociera che troppo frequentemente si scontrano con le balene, causandone spesso la morte. Perché gli operatori turistici ottengano questo riconoscimento è necessario, ad esempio, che rispettino una “velocità lenta e costante”, vale a dire inferiore o uguale a 5 nodi, nell’area di osservazione e una “distanza minima di 100m dalle balene e di 50m dai delfini”.

Questi requisiti si aggiungono quindi a quelli specifici già previsti dalla certificazione Sustainable Dolphin and Whale Watching di Friend of the Sea®, come ad esempio il divieto per le imbarcazioni di emettere suoni nell’acqua per attirare i cetacei.

Il Golfo dei Delfini è invece il progetto di dolphin watching della Onlus Worldrise a Golfo Aranci. Worldrise è un’associazione che agisce per la salvaguardia dell’ambiente marino attraverso progetti creativi di conservazione e sensibilizzazione. Dall’avvio dell’iniziativa il Golfo dei Delfini, nel 2014, si stima che a Golfo Aranci siano state sensibilizzate circa 12.000 persone e sempre qui, dal 2019, la Onlus sta portando avanti anche l’attività di ricerca scientifica, per avvalorare l’ipotesi che questa zona sia utilizzata dai tursiopi, unica specie presente nell’area di studio, come nursery per allevare i cuccioli.

Da diversi anni DMG Sardegna organizza escursioni in mare per l’avvistamento dei delfini. Ogni stagione, da giugno a settembre, sono circa quattrocento i turisti che fanno conoscenza dei delfini a Golfo Aranci, guidati dall’equipaggio esperto di DMG Sardegna. Vicino alla meravigliosa riserva naturale dell’isola di Figarolo, infatti, stanzia un’importante colonia di delfini della specie tursiope, che non sarà difficile vedere nuotare nelle immediate vicinanze dell’imbarcazione.

Mentre gli skipper faranno attenzione a rispettare le regole di una esplorazione sostenibile, senza avvicinarsi troppo e senza inseguire i delfini nel loro habitat naturale, uno dei biologi di DMG Sardegna, ampiamente preparato attraverso corsi a terra e in mare, guiderà il tour. Informerà i viaggiatori sulle caratteristiche marine e faunistiche della costa, attraverso il racconto delle abitudini di questi stupendi mammiferi. L’esperienza non sarà quindi solo divertente per i turisti, ma permetterà di vivere il mare in maniera più rispettosa e consapevole, grazie al percorso formativo dall’alto valore ecologico e naturalistico.

La certificazione Friend of the Sea® che abbiamo ricevuto rappresenta per noi un considerevole punto di partenza nello svolgimento delle nostre attività, con una maggiore consapevolezza sull’importanza di poter fruire dell’ambiente che ci circonda con modalità completamente nuove. Perseguiremo questo obiettivo per noi e per poter sensibilizzare i nostri ospiti alle tematiche inerenti la sostenibilità e la conservazione dell’ambiente in cui operiamo”, ha dichiarato Denis Morini di DMG Sardegna.

FRIEND OF THE SEA
Friend of the Sea è un progetto della World Sustainability Organization (WSO), per la certificazione di prodotti e servizi che rispettano l’habitat marino e le specie acquatiche. I prodotti ittici ed i supplementi Omega3 da pesca ed acquacoltura sostenibili possono essere certificati se superano gli audit di verifica della conformità ai rigorosi requisiti di sostenibilità. Gli audit sono effettuati da revisori qualificati di organismi di certificazione indipendenti e accreditati a livello nazionale. Altri prodotti e servizi possono richiedere la certificazione Friend of the Sea, come il sale sostenibile, ristoranti e chef, creme UV, pesci ornamentali, acquari pubblici, alghe, operatori di trasporto marittimo ed operatori di whale e dolphin-watching. Oltre mille aziende hanno prodotti certificati dagli standard WSO in oltre 70 paesi. Friend of the Sea implementa anche propri progetti di conservazione e campagne per proteggere specie e habitat in pericolo.
2022-06-10T12:03:41+01:00Giugno 10th, 2022|News|
Torna in cima