Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Ispezione sui Cantieri Edili e Regolamento RT-07

gcerti-cantieri-su-magazine-qualitaIspezione sui Cantieri Edili e Regolamento RT-07.

Controlli più rigorosi per le costruzioni …

Poco più di un anno fa, il 14 febbraio 2023, il Consiglio Direttivo di Accredia ha approvato la nuova edizione (rev. 03) del Regolamento Tecnico RT-07.

L’Obiettivo del rinnovato Regolamento consiste nel rafforzare la fiducia dei clienti nell’operato degli Organismi di Ispezione nel Settore delle Costruzioni.

Il Regolamento RT-07 definisce i requisiti che gli organismi di ispezione devono possedere in termini di: Qualificazione dell’organizzazione:** esperienza, competenze del personale, risorse finanziarie e strumentali. * **Know-how:** conoscenza del settore delle costruzioni e delle normative applicabili. * **Impostazione e gestione dei rapporti con il committente:** trasparenza, correttezza e professionalità. * **Pianificazione, conduzione e documentazione delle indagini:** accuratezza, completezza e affidabilità.

Che Cosa cambia?

  • Maggiore chiarezza sulle caratteristiche degli organismi di ispezione:
    • Tipo A: totalmente indipendente, può effettuare verifiche e controlli ma non progettazione, direzione lavori, consulenza e manutenzione.
    • Tipo B: interno ad organizzazioni che svolgono altre attività (progettazione, direzione lavori), può erogare l’attività di verifica solo per la casa madre.
    • Tipo C: identificabile ma non necessariamente separato dall’organizzazione madre, può effettuare ispezioni e verifiche con personale diverso da quello impiegato per le altre attività.
  • Revisione dell’Appendice 2:
    • Recepimento del Decreto MISE del 20 luglio 2022, n. 154 sulla polizza indennitaria decennale.
    • L’attività di controllo tecnico può essere erogata solo da organismi di Tipo A.
    • Specificate le frequenze minime dei sopralluoghi per ogni tipologia di opera.
  • Aggiornamento dei Termini e definizioni, riferimenti legislativi e normative tecniche.
  • Esclusione del controllo di opere già realizzate prima dell’affidamento dell’attività di controllo tecnico.
  • Controllo tecnico obbligatorio solo per opere in corso d’opera o da costruire.

Periodo di transizione

  • 6 mesi dall’entrata in vigore del nuovo Regolamento
  • Gli organismi di ispezione già accreditati possono concludere le commesse con opere parzialmente realizzate applicando la precedente edizione di RT-07.
  • Per le nuove commesse e per le opere in corso d’opera o da costruire, si applica il nuovo RT-07 rev. 03.

GCERTI Italy ha ottenuto l’accreditamento da parte di Accredia quale Organismo di Ispezione Tipo A ISO 17020 al fine di ampliare i propri servizi e sviluppare le attività ispettive legate al mondo dell’edilizia e delle infrastrutture. Le attività d’Ispezione consentono di valutare la conformità, in un dato momento, di un prodotto, servizio, processo o impianto a requisiti specifici, o, secondo il giudizio dell’ispettore, a requisiti di carattere generale.

Michele Gallo, AD GCERTI Italy afferma: “La volontà di miglioramento e di crescita ci ha portato ad ottenere questo Accreditamento e a sviluppare la nostra attività supportando e rafforzando la partnership con i clienti, specializzando le nostre risorse e consolidando di anno in anno la posizione nel mercato italiano. Il controllo tecnico di cantiere consiste nel monitoraggio delle opere edili durante la loro realizzazione e si occupa di accertare la corrispondenza tra il progetto e l’opera effettivamente realizzata. In questo modo si riducono i rischi legati alla fase realizzativa e si garantisce la qualità del lavoro”.

A Chi è rivolto il Servizio di Controllo tecnico di Cantiere?

  • Società Private
  • Imprese di Costruzioni
  • Gestori di portafogli immobiliari
  • Società di servizi di facility e project

Comunicazione a cura di GCERTI Italy

2024-04-09T15:42:12+01:00Aprile 10th, 2024|Edilizia|
Torna in cima