Magazine Qualità

Magazine Qualità

Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità - Condividiamo la Qualità e l'Eccellenza - Dati e Notizie dal Mondo della Qualità -

Magazine Qualità

Fare scelte di qualità anche nelle coperture accessorie per la moto

Acquistare una moto significa avere un mezzo con cui affrontare anche il traffico più congestionato; ma anche un veicolo per coprire distanze notevoli fuori città.  La varietà di modelli e di cilindrate disponibili rende la scelta piuttosto variegata e personale, ma in ogni caso occorrerà ricercare una RC idonea. Oltre al rapporto qualità-prezzo, sarà anche opportuno valutare quali coperture accessorie aggiungere a seconda delle singole esigenze.

accessori moto

Una polizza senza pensieri: è possibile?

Grazie alla presenza di numerosi portali di comparazione online, innanzitutto si può avere un quadro piuttosto completo di cosa offre il mercato: utilizzare il servizio gratuito di ComparaSemplice.it per il confronto delle polizze moto, ad esempio, è il primo passo per verificare quale formula sia la migliore. In linea di massima, quella annuale risulta conveniente, tuttavia vi sono ulteriori opportunità.

Ad esempio, se la moto si usa solamente nei mesi più caldi dell’anno, è possibile pensare a una RC temporanea (magari semestrale), così da pagare solo il periodo di effettivo utilizzo. Appoggiare il pagamento del premio su una carta di credito, inoltre, consente di eliminare qualunque rischio di dimenticanza.

Perché aggiungere coperture accessorie

La L. 990 del 1969 stabilisce che ogni veicolo deve possedere obbligatoriamente un’assicurazione di responsabilità civile.

Tale polizza copre le spese per danni cagionati a terzi. Le cosiddette polizze accessorie, dunque, non sono obbligatorie, ma si tratta di coperture utili ad arricchire la propria assicurazione di base. Nel caso di uno scooter o di una moto consentono di ripararsi anche da eventuali danni causati dal guidatore stesso, ma non solo. Se non si dispone di uno spazio coperto dove parcheggiare il mezzo, si può pensare di aggiungere garanzie accessorie come Furto e incendio, Atti vandalici o persino Eventi naturali.

Quali sono le coperture accessorie utili

Un recente DDL ha abbassato la cilindrata delle moto che possono circolare in autostrada. Ciò significa che si potranno condurre scooter e motocicli dai 125 cc anche sulle grandi arterie. Includere quindi nella RC di base un servizio accessorio come l’Assistenza stradale può essere una buona mossa: si tratta di una opzione che include il rimorchio del veicolo in caso di sinistro o guasto senza costi aggiuntivi, con trasporto all’autofficina autorizzata più vicina.

In mancanza di un posto coperto dove parcheggiare la moto e se si vive in città dove il tasso di furti è notevole, si può anche pensare, come detto, di aggiungere la classica Furto e incendio. Si tratta di una copertura dedicata soprattutto ai veicoli più nuovi e costosi, ma consente di tutelarsi da queste eventualità; in maniera analoga, la Atti vandalici rimborsa il proprietario di moto che sia stata danneggiata da terzi. Con la Eventi naturali ci si tutela proprio in caso di forti grandinate, venti di burrasca, allagamenti e tutto ciò che può danneggiare il veicolo se si verificano condizioni meteo estreme.

Infine, per un guidatore non ancora esperto, può essere anche utile abbinare la Infortuni conducente, polizza che permette di avere un rimborso in caso il centauro sia colpevole del sinistro e abbia necessità di cure mediche.

2024-04-24T13:37:37+01:00Aprile 17th, 2024|News|
Torna in cima