Regione Emilia Romagna: contributi certificazioni prodotti agricoli

Regione Emilia RomagnaQuasi 300mila euro in arrivo dalla Regione Emilia Romagna per certificare la qualità di prodotti agricoli e alimentari.

A comunicare l’apertura del bando è la Coldiretti.

Sono disponibili nel 2018 oltre 282mila euro. Le domande di contributo devono essere presentate dal 23 ottobre al 15 dicembre 2017.

Il bando – spiega Coldirettirappresenta un’importante occasione per aumentare la competitività delle aziende agricole sui mercati e per assicurare tutele sempre maggiori ai consumatori. Beneficiari sono i singoli imprenditori agricoli o le associazioni di agricoltori che raggruppano imprenditori che partecipano al regime di qualità per la prima volta“.

Sono considerati nuovi operatori tutti coloro che si iscrivono al sistema di controllo dopo aver presentato la domanda di sostegno della MISURA 3 .

Le certificazioni ammesse a contributo sono:

  • prodotti biologici Reg Ce 834/2007, denominazioni di origine e indicazioni geografiche nel settore delle produzioni agroalimentari (Dop, Igp e Stg) e nel settore nel settore vitivinicolo (Doc, Docg e Igt)
  • qualità controllata (Qc), ad esclusione delle produzioni zootecniche e ittiche
  • sistema di qualità nazionale produzione integrata (Snqpi)
  • sistema di qualità nazionale zootecnia (Snqz)

Il contributo, nella misura massima di 3.000 euro per ogni impresa, viene concesso per coprire i costi pagati per accedere e partecipare ai regimi di qualità.

La spesa viene calcolata in base ai costi preventivati dall’Organismo di controllo o, nel caso dei prodotti biologici (tranne quelli spontanei e l’acquacoltura), in base a costi standard che tengono conto della specie, della superficie coltivata o del numero di capi allevati e dei mesi di partecipazione al regime di qualità.

Le domande, con riferimento alle spese previste nel 2018, vanno presentate sulla piattaforma Siag di Agrea.

La responsabile del Settore Agroambiente Enrica Gobbi, nel sottolineare l’importanza di questa opportunità, ricorda che Coldiretti Piacenza, attraverso i suoi uffici, offre assistenza a coloro che sono interessati ad aderire al bando.

2017-10-25T14:50:47+00:00News|